San Vincenzo: rilasciata in mare Conchiglia, la baby tartaruga Caretta caretta. Foto e video

L'esemplare era stato ritrovato nel febbraio di quest'anno sulla spiaggia di San Vincenzo, dopo più di 4 mesi di cure è tornato in acqua

Conchiglia, la baby tartaruga Caretta caretta trovata spiaggiata a San Vincenzo nel febbraio scorso, è tornata in mare ieri mattina 25 giugno, liberata da un'imbarcazione della Capitaneria di porto a circa un miglio e mezzo dalla costa di San Vincenzo. A rilasciare in mare Conchiglia, rimasta in cura per più di quattro mesi all'Acquario prima di Livorno e poi di Genova, lo staff dell'Acquario stesso in collaborazione con il settore mare di Arpat, Capitaneria di porto, Comune di San Vincenzo e Regione.

Porto Azzurro, salvata una tartaruga Caretta caretta in difficoltà nel golfo di Mola

Sono intervenuti Giovanni Raimondi, biologo dell'Acquario di Livorno, Matteo Sommer, veterinario che a bordo dell'imbarcazione della Capitaneria ha rilasciato Conchiglia, la professoressa dell'università di Siena Letizia Marsili e, per il Comune di San Vincenzo, la responsabile dell'ufficio Ambiente, Simina Chelaru. L'esemplare, presumibilmente nato lungo le coste toscane durante la scorsa stagione riproduttiva giugno-ottobre 2020, è stato dotato di microchip per poterlo identificare individualmente, ha raggiunto un peso di 330 gr ed in questi mesi è cresciuto di alcuni centimetri raggiungendo una lunghezza del carapace di 13 cm ed una larghezza del carapace di 13 cm e lunghezza totale di 15 cm.

tartarugaca-2

Nella foto il personale della delegazione di spiaggia della Capitaneria di porto di San Vincenzo con, da sinistra, Simina Chelaru (Comune di San Vincenzo), Letizia Marsili (Università di Siena), Matteo Sommer (veterinario) e Giovanni Raimondi (biologo Acquario di Livorno). 

Isola d'Elba, salvata sulla spiaggia una tartaruga Caretta caretta intrappolata nelle corde

Per la prima volta in Toscana, dunque, e nella storia del centro di recupero e riabilitazione per tartarughe marine dell'Acquario di Livorno e di Genova è stato possibile giungere alla liberazione di un esemplare neonato di Caretta caretta. L'11 febbraio, giorno del ritrovamento, era stata rinvenuta vicino allo stabilimento 'Jolly Beach' di Marina di Bibbona un'altra piccola tartaruga di 10 cm di lunghezza, trasferita sempre all'Acquario il 12 febbraio dove già da qualche giorno era stata portata la prima baby tartaruga recuperata a Baratti l'8 febbraio.

foto rilascio-2

Salvata per due volte dalle reti dei pescatori, la tartaruga Eleonora torna libera in mare

Grazie alle segnalazioni dei cittadini arrivate al settore mare di Arpat tramite l'associazione Tartamare, che collabora nella rete dell'Osservatorio Toscano per la biodiversità della Regione e alla operatività della Capitaneria di porto, gli esemplari erano stati trasportati al centro di recupero che ha sede all'Acquario di Livorno. Si tratta di tre esemplari veramente piccoli, tutti appartenenti alla specie Caretta caretta, che apparivano in situazioni critiche e quindi trasferiti all'Acquario di Genova dove soltanto 'Conchiglia', rinvenuta a San Vincenzo, è riuscita a superare la fase più critica ed è stata ora liberata. Le altre due sono purtroppo morte di polmonite nelle prime settimane di ricovero.

Si parla di

Video popolari

San Vincenzo: rilasciata in mare Conchiglia, la baby tartaruga Caretta caretta. Foto e video

LivornoToday è in caricamento