San Valentino 2020, Confcommercio: "Stop alla vendita abusiva di rose ai semafori"

L'appello del direttore provinciale Federico Pieragnoli: "Risparmiare sui fiori è come comprare un prodotto contraffatto"

foto d'archivio da RiminiToday

In vista dell'arrivo di San Valentino, la Confcommercio di Livorno si schiera al fianco del sindacato fioristi contro le vendite abusive di fiori ai semafori e agli angoli delle strade: "Per le imprese del settore - le parole della confederazione - è una situazione intollerabile. Ci rivolgiamo all'assessore al Commercio Rocco Garufo e alla nuova comandante dei vigili urbani Annalisa Maritan per chiedere di rafforzare l'azione di controllo in città al fine di contrastare in maniera efficace e capillare ogni forma di abusivismo commerciale".

Il direttore provinciale di Confcommercio, Federico Pieragnoli, fa un appello anche alla cittadinanza: "Voler risparmiare sui fiori venduti abusivamente per strada è simile ad acquistare prodotti contraffatti e piratati. Pochi euro in più spesi equivalgono a legalità, cura e professionalità. L'abusivismo floreale è solo un aspetto della concorrenza sleale che inquina il mercato indebolendo le diverse filiere produttive e distributive".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Messico, livornese muore a 33 anni folgorato da una scarica elettrica mentre pesca

  • Venturina, cade dalle scale di casa e precipita per oltre tre metri: grave 45enne

  • Interporto Guasticce, gravissimo operaio 23enne schiacciato da una cassa pesante quattro quintali

  • Palazzo Grande, nei fondi dell'ex bar Dolly arriva il Surfer Joe: apertura ad aprile

  • Badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione fiscale di 300mila euro

  • Non vuole pagare l'affitto e aggredisce la proprietaria dell'appartamento: interviene la polizia

Torna su
LivornoToday è in caricamento