Coronavirus Livorno, sorpresi a mangiare in un ristorante che non rispetta l'ordinanza di chiusura: denunciati

Sette persone sono state sorprese dalla guardia di finanza, due hanno provato a nascondersi in bagno ma senza fortuna. Il titolare del locale è stato anche segnalato alla prefettura

Sette persone di origine sudamericana sono state denunciate dalla guardia di finanza in quanto sono state sorprese a mangiare all'interno di un ristorante che, nonostante l'ordinanza del governo, non stava rispettando né l'orario di chiusura né il fatto che non potesse servire cibo ai tavoli. A insospettire le fiamme gialle è stato il forte odore di carne alla brace che usciva dal locale. Quando i finanzieri vi sono entrati hanno trovato diversi commensali che stavano mangiando senza neppure rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro. Due di loro hanno provato addirittura a nascondersi in bagno per tentare di eludere il controllo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, sorpresi a lavare l'auto: denunciati

Per tutti i presenti di origine sudamericana, di età compresa tra i 35 e i 45 anni, e il titolare del ristorante è scattata la denuncia per inosservanza degli obblighi dell'autorità. La posizione di quest'ultimo è stata segnalata al prefetto per l'applicazione delle sanzioni amministrative a causa del mancato rispetto di quanto previsto dal Dpcm sulla chiusura degli esercizi commerciali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Baracchina Rossa multata, lo sfogo del titolare e le scuse dal sindaco: "Siamo esasperati". Salvetti: "Non lucreremo sui livornesi"

  • Truffe internazionali nella vendita delle case, 28 i casi a Livorno: quattro arresti, sequestrate villa e auto di lusso

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

Torna su
LivornoToday è in caricamento