Chiellini-Pavoletti, incontro tra infortunati nella clinica di Innsbruck

I due calciatori, messi entrambi ko da una lesione del legamento crociato, sono stati sottoposti ad un intervento chirurgico nella medesima struttura austriaca, dando vita ad un simpatico siparietto social

@Twitter Leonardo Pavoletti

Un lunghissimo stop attende il centravanti livornese del Cagliari Leonardo Pavoletti. Il giocatore rossoblu, che ha riportato una lesione del legamento crociato e del menisco esterno del ginocchio sinistro durante la gara dello scorso 25 agosto contro il Brescia, dovrà rimanere lontano dai campi di gioco per ben sette mesi.
L'attaccante, nella giornata di mercoledì 4 settembre, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico a Innsbruck sotto le attente mani di Christian Fink, lo stesso professore che il giorno prima aveva operato un altro livornese: il difensore della Juventus Giorgio Chiellini. Anche il bianconero, alle prese con una lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, sarà costretto ad una lunga assenza, stimata in sei mesi.

I due, come testimoniato da un tweet pubblicato da Pavoletti sul proprio profilo ufficiale, si sono incontrati all'interno della clinica austriaca, dando vita ad un simpatico siparietto: "Oh Chiello stai calmo…non mi devi marcare anche qui! Va bene che il ginocchio è nuovissimo…ma tanto ci vediamo presto in campo, promesso!", ha scritto l'attaccante rossoblu, pronto a vivere con tenacia il lungo percorso di recupero che lo attende.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 43 anni, la Leccia piange Alessio Morelli. Il ricordo di una volontaria Svs: "Un bravo ragazzo"

  • Tragedia alla Leccia, 43enne trovato morto in casa

  • Le cinque migliori pizzerie di Livorno

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Serie B, Livorno-Entella 4-4: partita folle al Picchi, suicidio amaranto

  • Toscana Pride 2020, a Livorno il 20 giugno sfila l'orgoglio Lgbtqia+: "Dobbiamo vivere come persone libere"

Torna su
LivornoToday è in caricamento