rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Domotica

Condizionatore rumoroso, possibili cause e rimedi

Se il nostro apparecchio emette strani rumori, bisogna subito intervenire per evitare danni più gravi

In estate il condizionatore diventa un apparecchio indispensabile per trovare un po' di refrigerio all'interno della propria abitazione. Questo strumento, tuttavia, a volte non funziona al meglio, emettendo strani rumori che possono risultare particolarmente fastidiosi soprattutto se lo teniamo acceso durante le ore notturne. In questo caso occorre subito analizzare il problema, in quanto, se trascurato, potrebbe comportare danni gravi al condizionatore.

Condizionatore, come utilizzarlo per risparmiare in bolletta

Rumore metallico

In caso di rumore metallico, potrebbe trattarsi del compressore che si è allentato o di un danneggiamento delle parti interne presenti nell'unità sigillata. In entrambi i casi devono essere sostituiti da un professionista.

Talvolta, invece, questo tipo di rumore è sintomo di un problema meno grave che richiede soltanto un piccolo intervento, come ad esempio nel caso in cui le pale della ventola siano sbilanciate sbattendo contro le pareti dell'apparecchio.

Rumore di colpi

Se durante il suo funzionamento il condizionatore emette dei colpi sordi, ciò significa che all'interno del compressore d'aria c'è una parte rotta o allentata, danno che si risolve facilmente sostituendo il compressore stesso con uno nuovo.

Scricchiolii insoliti

La presenza di scricchiolii al momento dell'accensione potrebbe essere spia della rottura del termostato, problema che richiede un intervento immediato per evitare danni ancor più gravi. Lo scricchiolio, tuttavia, potrebbe anche essere dovuto ai pannelli esterni del condizionatore che, a causa degli sbalzi termici, tendono ad espandersi e a contrarsi. In questo caso risolvere l'inconveniente è semplice, con il tecnico specializzato che inserirà degli spessori o lubrificherà le parti che entrano in attrito.

Stridii e tintinni nel condizionatore

Se il motore emette un cigolio dobbiamo subito far intervenire un tecnico per impedirne la rottura. Il tintinnio, invece, è il chiaro sintomo che alcune parti del condizionatore si stanno allentando o che all'interno dell'apparecchio sono entrati ramoscelli o fogli. In entrambi i casi l'intervento dello specialista permetterà di pulire l'apparecchio in sicurezza o di ancorare meglio le parti allentate.

Rumore di acqua che scorre

Il rumore di acqua che scorre all'interno del condizionatore indica un cattivo riempimento della tubazione del gas o la presenza al suo interno di bolle d'aria. Il tecnico, per eliminare il rumore, dovrà svuotare e lavare le tubazioni ed inserire poi nuovamente il gas al loro interno.

Un ronzio costante

La presenza di un ronzio costante può dipendere da vari fattori. Alcune parti potrebbero essersi allentate oppure all'interno potrebbero esserci dei detriti che devono essere eliminati con la pulizia, mentre in altri casi potrebbe essere causato dai filtri dell'aria ormai vecchi e sporchi che devono essere sostituiti con quelli nuovi.

Il ronzio può essere causato anche dal ventilatore sbilanciato o da perdite di refrigerante che portano al congelamento dell'aria condizionata e al mancato raffreddamento della stessa. In ogni caso l'intervento repentino del professionista porrà fine al rumore e permetterà di avere un apparecchio funzionante.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condizionatore rumoroso, possibili cause e rimedi

LivornoToday è in caricamento