Lavatrice, come ridurre i consumi e risparmiare in bolletta

Vediamo come ottenere capi puliti e profumati in modo economico

La lavatrice è un elettrodomestico indispensabile per avere capi puliti e disinfetatti. Per ridurre i consumi risparmiando in bolletta, è consigliabile mettere in pratica alcuni piccoli accorgimenti.

Scegliere gli orari migliori

La domanda di energia varia a seconda degli orari e dei giorni della settimana:

  • F1 dalle 8:00 alle 19:00 dal lunedì al venerdì i prezzi dell'energia elettrica sono più alti;
  • F2 dalle 19:00 alle 8:00 nei giorni feriali costa meno rispetto alla F1;
  • F3 nei weekend e nei festivi i prezzi sono notevolmente più bassi.

A ciò bisogna poi aggiungere il tipo di contratto:

  • monorario: prevede un costo dell'elettricità uguale nel corso della giornata a prescindere dall'ora in cui viene consumata. La tariffa conviene a chi utilizza molti elettrodomestici durante il giorno e la sera.
  • bioraria: il contratto prevede solo la fascia F1 durante la settimana e quella F2 e F3 la sera e nel fine settimana ed è perfetta per chi sta in casa solo la sera;
  • multioraria: prevede tre fasce orarie, quella di punta va dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 19:00 e l'energia costa di più, la fascia intermedia, dal lunedì al venerdì, dalle 7:00 alle 8:00 e dalle 19:00 alle 23:00, e il sabato dalle 7:00 alle 23:00, ha costi minori. Infine, la fascia fuori punta dal lunedì al sabato, dalla mezzanotte alle 7:00 e dalle 23:00 alle 24:00, e tutte le domenica e i giorni festivi.

Una volta informati sul nostro contratto, per risparmiare non dobbiamo fare altro che utilizzare la lavatrice negli orari in cui l'energia costa meno. 

Come pulire la lavatrice: i consigli utili

Usare la lavatrice in modo corretto

Per avere costi ridotti in bolletta, la lavatrice deve essere usata in modo corretto. Vediamo cosa fare e cosa, al contrario, evitare.

Evitiamo il prelavaggio

A meno che la biancheria non sia particolarmente sporca, il prelavaggio non è necessario. Questo rappresenta il momento in cui la lavatrice consuma di più sia per quanto riguarda l'acqua sia per l'elettricità, in quanto deve portare a temperatura l'acqua. Se proprio non possiamo fare a meno del prelavaggio, possiamo avviare la lavatrice per circa 10 minuti, spegnerla per un'ora così da lasciare i panni in ammollo e riavviare il normale ciclo di lavaggio una volta trascorso il tempo necessario.

Scegliamo la classe energetica superiore

È consigliabile sostituire una lavatrice vecchia con una nuova appartenente alla classe A, A+ o A++. 

Utilizziamo la lavatrice a carico pieno senza esagerare

Si consiglia di utilizzare la lavatrice a pieno carico, così da avere un risparmio di acqua e un risultato migliore. Non dobbiamo però sovraccaricarla, in quanto, così facendo, l'elettrodomestico consumerà di più.

Temperature basse e programmi eco

Lavare il bucato a 30° è un ottimo modo per avere un risparmio in bolletta e nello stesso tempo per rispettare i capi, anche quelli più delicati. Nel caso in cui la biancheria abbia bisogno di programmi più lunghi, meglio optare per quelli eco che permettono di risparmiare fino al 30-40% di energia. 

Pulire la lavatrice

Pulire la lavatrice periodicamente è un ottimo modo per avere consumi controllati e non rovinare il guardaroba. La manutenzione non richiede molto impegno, basta pulire il filtro ogni due mesi e sarà sempre come nuova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rinnovare il pavimento in poche mosse: materiali e tipi di intervento

  • Lavatrice, come scegliere quella giusta: la guida

  • Pulizia a vapore: tutti i vantaggi

Torna su
LivornoToday è in caricamento