Assistenza domiciliare: tutte le informazioni utili del comune di Livorno

Tutte le informazioni necessarie per poter usufruire di questo servizio

Il servizio di assistenza domiciliare (S.A.D) è rivolto ai cittadini disabili di età compresa fra gli 0 e i 65 anni non ancora compiuti residenti in uno dei comuni della zona livornese (Livorno, Collesalvetti e Capraia), ai domiciliati e alle persone di passaggio in situazione di emergenza (in questo caso, solo con interventi di tipo straordinario, con un pacchetto di 24/48 ore totali).

Servizi 

Interventi socio assistenziali: 

  • Cura dell'igiene e assistenza diretta alla persona;
  • Preparazione del vitto e somministrazione dei pasti;
  • Accompagnamento per attività e relazioni esterne al domicilio.

 Interventi di assistenza generica: 

  • Pulizia ordinaria dell'ambiente domestico;
  • Approvvigionamento di generi alimentari in caso di impossibilità propria o familiare:
  • Accompagnamento per attività e relazioni esterne al domicilio.

Orari e sede di svolgimento dei servizi

Il  servizio viene effettuato nell'ambito territoriale del Comune di residenza presso:

  • il domicilio dell'utente;
  • altri recapiti, secondo il piano predisposto dal Servizio Sociale territoriale.

 Il servizio, di norma, viene svolto dalle ore 8 alle ore 20 di tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì e il sabato mattina dalle ore 8 alle ore 14,00. Sono limitati a casi particolarmente complessi gli interventi domiciliari del sabato pomeriggio e dei pomeriggi prefestivi in genere. 

Costi

Il servizio di assistenza domiciliare si configura come una prestazione sociale agevolata, con una compartecipazione alla spesa da parte dell'utente o della famiglia il cui importo è determinato in relazione all'ISEE, che andrà presentato prima dell'attivazione del servizio e che dovrà essere ripresentato secondo i tempi stabiliti dalla normativa di riferimento. In assenza della presentazione dell'ISEE dopo un mese dalla richiesta all'utente senza che questi o il suo caregiver abbiano provveduto, sarà applicata la tariffa massima.

Il pagamento della prestazione di ciascun mese deve avvenire entro 30 giorni dalla data di ricevimento dell'apposito bollettino/fatturazione da parte dell'utente.

Scaduti due mesi senza che l'utente abbia provveduto, l'ufficio procederà al sollecito di pagamento assegnando un termine di regolarizzazione di massimo 30 giorni, scaduti i quali il servizio sarà sospeso sino alla regolarizzazione della situazione.

È possibile prescindere dalla presentazione dell'ISEE nei casi di urgente attivazione del servizio. Resta inteso che la certificazione ISEE dovrà essere comunque presentata entro 1 mese dall'attivazione dell'intervento. In assenza, sarà richiesto il pagamento della tariffa oraria massima prevista.  

Modalità di accesso

La valutazione del bisogno di assistenza deve essere richiesta al competente organo multidisciplinare che predispone in favore del soggetto un progetto assistenziale (P.A.R.G. Progetto Abilitativo Riabilitativo Globale). Il PARG deve essere corredato della documentazione relativa al riconoscimento della disabilità ai sensi della L. 104/92 (Art. 3 co. 3) in situazione di gravità e della relazione dell'assistente sociale da cui si possa evidenziare la situazione economica e sociale dell'utente nonché gli obiettivi dell'intervento domiciliare.

Il PARG non può avere durata superiore a un anno. Il rinnovo del progetto è subordinato ad una nuova valutazione da parte dell'organo multidisciplinare.

Insieme al PARG, andrà sottoscritta anche l'accettazione della compartecipazione al costo del servizio calcolata sulla base dell'ISEE di prestazione dell'utente in corso di validità

Tempi di attivazione

Il piano PARG viene trasmesso all'ufficio competente per l'attivazione che avverrà con i tempi resi possibili dalle risorse a disposizione nel periodo di riferimento. In caso di disponibilità immediata di risorse il servizio verrà richiesto al gestore entro 48 ore dal ricevimento del consenso firmato alla compartecipazione al costo del servizio e dal ricevimento dell'ISEE in corso di validità. Qualora il servizio non possa essere immediatamente attivato, l'utente sarà collocato in lista di attesa annuale con il suo punteggio.

Scaduto l'anno di inserimento nella lista di attesa l'utente se si arriva all'attivazione dovrà essere  rivalutato e dovrà essere eventualmente confermato il progetto assistenziale. Scaduti due anni dall'inserimento nella lista di attesa l'utente sarà cancellato e sarà necessario un nuovo accesso al competente organo multidisciplinare.

Il  servizio è attivato in via d'urgenza, attraverso l'erogazione di un pacchetto di ore straordinarie, nei casi in cui si renda necessario intervenire tempestivamente per contenere una situazione di massima gravità ed in attesa che venga predisposto un progetto definitivo e più idoneo che seguirà l'iter sopra indicato. Le richieste da parte del Tribunale dei Minori di Firenze o del Tribunale Ordinario, quale strumento di controllo e monitoraggio di situazioni particolarmente gravi a danno di minori o di altri soggetti, presentate comunque dal Servizio Sociale Professionale, sono immediatamente attivabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: comunedilivorno.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, inizia l'esodo dei giocatori: Mazzarani, Maestrelli e Kasa i primi a lasciare il Coni

  • Chef sorpreso nella sua villetta con oltre 8 kg di marijuana e 700 piante di canapa indiana: 46enne arrestato. Foto e video

  • Caos Livorno, Ghirelli (presidente Lega Pro): "Spinelli deve fare un passo avanti, è l'unico che può salvare il club"

  • Caos Livorno | Fideiussione in ritardo, Navarra si tira fuori: "Stanco di CereaBanca e di Spinelli. Paghino loro, io vado in tribunale"

  • Coronavirus Livorno, esercizi commerciali di vendita al dettaglio aperti dalle 6 alle 22: l'ordinanza di Salvetti

  • Coronavirus: 45 nuovi positivi tra Livorno e provincia, 581 in Toscana. Il bollettino di giovedì 15 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento