Pd, Garufo detta la linea: "Non disperdere le risorse e proseguire il dialogo a sinistra"

Il segretario comunale dei democratici analizza il voto e guarda oltre: "M5s deludenti, destra senza contenuti. Noi dobbiamo mantenere aperto il confronto con le altre forze di centrosinistra"

Durante la campagna elettorale Luca Salvetti ha sottolineato più volte di non essere il canidato del Pd. Non una mancanza di rispetto ai democratici che, comunque, hanno portato in dote al nuovo sindaco di Livorno il maggior numero di preferenze, piuttosto un voler sottolineare come la sua candidatura non fosse legata alle logiche di partito che tanto avevano stancato gli elettori, ma mirasse ad allargare il consenso oltre quello schieramento bastonato alle Comunali del 2014 e necessariamente costretto a invertire la rotta per tornare a far presa sui cittadini. Alla fine il candidato senza tessera si è rivelato vincente per diverse ragioni che il segretario comunale dem Rocco Garufo, intervistato da LivornoToday, analizza così: "Quella di Luca - attacca Garufo - è stata una candidatura che non è mai stata spesa in termini di arroganza, ma di umiltà, con la volontà di costruire un programma".

La ricostruzione interna del Pd e lo sguardo a sinistra

Come si è arrivati al successo elettorale, anche del Pd, lo spiega Garufo: "Il primo passo è stato ricostruire con pazienza un'unità interna. A settembre 2018 si è tenuto il congresso nel quale c'è stata una convergenza sul mio nome e da lì siamo partiti. Individuata la linea, si è deciso di allargare la coalizione e parlare con tutte quelle forze di sinistra o di centrosinistra che avevano deciso di correre da sole, anche con quelle che nel 2014 si candidarono contro di noi. Con alcune, come con Futuro!, abbiamo trovato un'unità di intenti, con altre, come Buongiorno Livorno, non è stato possibile ma sono stare comunque importanti nel sostegno dato a Luca Salvetti al ballottaggio".

Garufo: "Come rispettare gli elettori? Proseguendo il dialogo con le altre forze"

Come è possibile, adesso che il Pd ha una maggioranza quasi totalitaria in consiglio comunale, tradurre concretamente la volontà di un elettorato che invece non è espressione del solo partito democratico? "Come metodo ci siamo dati un programma e per quanto mi riguarda non si deve uscire da quelle indicazioni - spiega Garufo -. Di fatto sono convinto che si possa continuare in consiglio il dialogo e l'apertura nei confronti di BL. Sarebbe bene da parte di tutti avere la coscienza e la volontà che si possa fare qualcosa di innovativo per la sinistra e il centrosinistra a Livorno. Che si possa partire da Livorno per fare qualcosa di nuovo".

"Il primo passaggio è non disperdere tutte le risorse e le persone che si sono mobilitate in questi mesi - continua Garufo - e capire come iniziare un percorso che ancora, sinceramente, non so immaginare. Di sicuro serve un Pd dialogante con tutte le anime del centrosinistra e della sinistra e individuare punti di programma e di rottura sui quali convergere".

"M5s ha deluso le aspettative, il centrodestra senza sostanza"

"Questo risultato è il frutto di tante cose - continua , a partire dalla delusione per le aspettative che si erano create con i Cinquestelle e che poi non si sono realizzate. Su questo si è innestato la nostra proposta di innovazione che ha trovato in Luca Salvetti l'elemento che l'ha incarnata. Su tanti punti, come ad esempio l'ospedale o il termovalorizzatore, ci sono posizioni nuove che noi abbiamo sposato". Quanto ha pesato l'ideologia nel voto al ballottaggio? "Più che ideologico è stato un voto orientato su determinati valori - chiude il segretario comunale dem -. Livorno è una città che in larga parte ha un elettorato antifascista, però c'è stata una netta differenza la nostra proposta e quella di Romiti: da una parte c'è un programma dettagliato di oltre 60 pagine, dall'altra ce ne erano quattro. Non ne faccio una questione numerica, ma di sostanza: loro hanno dato degli indirizzi generali, anche facilmente condivisibili, ma poi bisogna prendersi degli impegni. E questo la gente lo ha percepito".

Potrebbe interessarti

  • Salute, fitness e benessere: Livorno è la città più in forma d'Italia

  • Estate 2019, voglia di mare: i posti più belli dove fare il bagno sul Romito

  • Multe: come fare ricorso nel comune di Livorno

  • Dieta mediterranea: benefici e a chi rivolgersi a Livorno

I più letti della settimana

  • Tragedia sul Romito, motociclista muore scontrandosi con un'auto

  • Comune di Livorno, ecco la giunta Salvetti: i nomi e le deleghe degli assessori

  • Tragedia all'Elba: chi era "Tino" Mondellini, il consigliere morto in un incidente

  • Tragedia all'isola d'Elba, motociclista muore dopo scontro con un camion

  • Salute, fitness e benessere: Livorno è la città più in forma d'Italia

  • Incidente sulla A4, camper contro tir: muore 45enne livornese

Torna su
LivornoToday è in caricamento