rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Altri sport

Indoor rowing, la squadra italiana guidata da Martelli firma il record mondiale sui mille chilometri

Il team azzurro abbatte il precedente primato stabilito dai norvegesi con il tempo di 61 ore, 58 minuti e 41 secondi: "Tanta fatica, ma il risultato ci ripaga di tutti gli sforzi"

Tentativo riuscito. La squadra italiana di indoor rowing, capitanata dal livornese Mauro Martelli, ha realizzato il record mondiale sui 1.000 km pesi leggeri misti in formazione large team con il tempo di 61 ore, 58 minuti e 41 secondi. Annientato il precedente primato di 65 ore, 11 minuti e 4 secondi stabilito dagli atleti pesanti categoria 30/39 del team norvegese. Un risultato che va al di là di ogni più rosea aspettativa e che si nutre di un significato benefico: durante l'evento, svoltosi al Park Hotel di Bibbona dal 7 al 10 aprile ed organizzato dall'associazione Sportlandia in collaborazione con il Gruppo Sportivo VVF Tomei, si è infatti tenuta una raccolta fondi a favore di "Olivier accende un sorriso", associazione che offre un aiuto alle famiglie dei bambini gravemente malati o bisognosi di cure per supportarle nelle necessità quotidiane legate al percorso di cura o di riabilitazione.

A dare un ulteriore significato di inclusione sociale, anche la presenza in squadra di Ahmed Hmoudi detto "Said", atleta pararowing PR3ID che, dopo aver conquistato sei medaglie ai Global Games di Brisbane in Australia, ha dato ancora una volta conferma delle sue enormi qualità. Nel team anche tre donne: Ornella Ricci, campionessa di canoa convertitasi al canottaggio solamente di recente, e le volontarie Patrizia Pucci e Stefania Zanetti, che seguono settimanalmente gli allenamenti quotidiani degli atleti speciali di Sportlandia.

indoor rowing 2-2

Martelli: "Grande soddisfazione, ripagati tutti i nostri sforzi"

"È una grandissima soddisfazione aver ottenuto un risultato del genere - racconta a LivornoToday il presidente di Sportlandia Mauro Martelli, atleta ad aver realizzato più record al mondo nei pesi leggeri e primo italiano a detenere il primato nelle tre specialità dell'indoor rowing (remoergometro statico, su slides e dimanic) -. Ovviamente non è stato semplice, abbiamo dovuto faticare da matti e l'ultimo giorno avremo dormito sì e no due ore, ma siamo stati bravi a non perdere mai la lucidità e a utilizzare la giusta strategia con cambi più frequenti nella parte finale. Il momento più duro è stato probabilmente a metà, quando la stanchezza ha iniziato a farsi sentire e davanti c'era ancora molto da fare. Il gruppo non si è però mai disunito, ma di questo ne ero sicuro, visto che era composto da persone di sicuro affidamento". 

"Una menzione speciale la merita Said - aggiunge Martelli -. È stato fenomenale, ha fatto benissimo sia dal punto di vista fisico che mentale. Ha tenuto fino alla fine, senza mai mollare. Ma tutto il gruppo è stato fantastico: nessuno ha voluto fare il protagonista e tutti, con le loro caratteristiche, si sono messi a disposizione del collettivo. Per me - conclude - la soddisfazione più bella sono stati gli attestati di stima e di amicizia ricevuti dai componenti della squadra: questa è stata la vittoria più importante".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indoor rowing, la squadra italiana guidata da Martelli firma il record mondiale sui mille chilometri

LivornoToday è in caricamento