Calcio

Serie D, Coppa Italia | Pro Livorno Sorgenti-Seravezza 7-8 dopo i calci di rigore, biancoverdi condannati dal dischetto

Rossi fallisce il penalty del possibile 3-2 nei tempi regolamentari, poi la lotteria dagli undici metri premia la formazione lucchese. Tanta amarezza per la squadra di Niccolai

Termina al primo turno il cammino in Coppa Italia Serie D della Pro Livorno Sorgenti. La squadra di Niccolai perde 8-7 ai calci di rigore (2-2 il risultato al 90') contro il Seravezza sul neutro del "Miro Luperi" di Sarzana e si mangia le mani prima per non essere riuscita a gestire il vantaggio acquisito, poi per il rigore fallito allo scadere dei tempi regolamentari da Giacomo Rossi che avrebbe evitato la lotteria dei tiri dal dischetto.

Il primo tempo, sul piano del predominio territoriale, è prevalentemente di marca verdeazzurra, seppur l'occasione più nitida arrivi dai labronici, con Matteoli che, imbeccato da Cavalli, centra il portiere Lagomarsini da posizione ravvicinata. Le squadre vanno al riposo sul punteggio di 0-0, ma è la quiete prima della tempesta.

Ad inizio ripresa il Seravezza passa in vantaggio: la retroguardia della Pro Livorno Sorgenti chiama una posizione di fuorigioco non segnalata dal direttore di gara e Benedetti approfitta dell'empasse per avventarsi sulla respinta di Blundo e ribattere in rete. Niccolai corre subito ai ripari e ordina una tripla sostituzione che ottiene gli effetti sperati. Prima il neoentrato Giacomo Rossi realizza il calcio di rigore dell'1-1, concesso per atterramento in area di Granito, poi Canessa insacca l'1-2 al termine di un'azione di pregevole fattura del duo Solimano-Rossi. 

La PLS tenta di gestire il vantaggio acquisito, ma all'82' subisce il gol del 2-2 di Del Frate, bravo a battere Blundo da posizione angolata. I biancoverdi si gettano in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio, sfiorandolo con i colpi di testa di Bertelli e Canessa, quest'ultimo con palla che sbatte sulla traversa. Allo scadere, sugli sviluppi di un'azione da corner, ancora Rossi conquista il calcio di rigore che lui stesso si incarica di battere: stavolta però Lagomarsini intuisce ed è abile ad intervenire anche sulla respinta di Canessa.

Il 2-2 dei tempi regolamentari obbliga le due squadre alla lotteria dagli undici metri, dalla quale esce vincente il Seravezza, che accede quindi al secondo turno, mentre alla Pro Livorno Sorgenti non resta che tanta amarezza ma allo stesso tempo tanta voglia di rifarsi già dalla prossima sfida in campionato (domenica 26 settembre a Cannara).

Seravezza - Pro Livorno Sorgenti, il tabellino della partita

Seravezza - Pro Livorno Sorgenti 8-7 dcr (2-2)

SERAVEZZA: Lagomarsini, Cavalli, Granaiola, Benedetti, Saporiti, Vietina, Bedini, Diana, Vignozzi, Chella, Da Pozzo. A disp.: Vannucchi, Bortoletti, Maccabruni, Del Frate, Magistrelli, Mancino, Turco, Kozlov, Stefanski. All. Ruvo.
PRO LIVORNO SORGENTI: Blundo, Lotti (Rossi G.), Bertelli, Klej, Salemmo, Turini, Filippi, Tartaglione (Costanzo), Granito, Camarlinghi (Solimano), Matteoli (Canessa). A disp.: Rossi F., Figoli, Videtta, Bachini, Cavalli. All. Niccolai.

Arbitro: Riccardo Dasso di Genova, coad.da Giannetti di Firenze e Palermo di Pisa
Reti: 54' Benedetti (S), 61' rig. Rossi G. (PL), 77' Canessa (PL), 82' Del Frate (S).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, Coppa Italia | Pro Livorno Sorgenti-Seravezza 7-8 dopo i calci di rigore, biancoverdi condannati dal dischetto

LivornoToday è in caricamento