Rugby, la squadra dei detenuti livornesi parteciperà al campionato "Old"

Le "Pecore nere", grazie alle deroghe della Federazione, disputeranno la stagione nella competizione dedicata agli over 35

Nel prossimo campionato regionale Old di rugby, riservato agli atleti che hanno compiuto più di 35 anni, ci sarà anche una squadra speciale: le "Pecore Nere". La sua particolarità sta nel fatto che è formata solamente da detenuti del carcere di Livorno. Per la prima volta in Toscana, dunque, una formazione di atleti che stanno scontando una pena detentiva sarà protagonista di un campionato federale. Si tratta di una conquista ‘storica', raggiunta grazie al lavoro dei Lions, che hanno lanciato cinque anni fa il progetto insieme ai tecnici amaranto Manrico Soriani e Michele Niccolai. Un ringraziamento speciale deve essere speso per la Federazione italiana rugby che, con varie deroghe al regolamento, ha permesso l'iscrizione della squadra in un proprio campionato ufficiale.

La presentazione di Pecore Nere

"Pecore nere", il calendario delle partite

La prima partita in senso assoluto con punti in palio delle ‘Pecore Nere' è fissata per a novembre, nel match con gli Allupins, gli Old di Prato. Successivamente, partite con squadre Old di tutta la Toscana: Sorci Verdi (a dicembre), Zoo Vasari (a gennaio), Ribolliti (a febbraio), Magnaorecchi (a marzo) e nell'ultimo turno (ad aprile), in un ‘derby cittadino' del tutto particolare, con i Rino..Cerotti, la squadra degli Old dei Lions Amaranto Livorno. Tutte le gare della squadra dei detenuti del carcere livornese verranno disputate sul campo sportivo de ‘Le Sughere'. Un terreno dal fondo in sintetico che necessita di miglioramenti e che, viste le dimensioni, ospiterà partite con soli 13 elementi, con mischie prive dei flanker. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Peppo: "Un vanto e un'occasione di riscatto"

Alla presentazione del progetto erano presenti  il direttore della casa circondariale Carlo Alberto Mazzerbo, l'assessore al sociale del comune di Livorno Andrea Raspanti, alcuni dirigenti della Fir, il presidente del Coni provinciale Gianni Giannone e il garante dei detenuti Giovanni De Peppo. Proprio quest'ultimo ha sottolineato l'importanza dell'iniziativa. "È un vanto, ma soprattutto un'occasione di riscatto - ha detto De Peppo -. Il rugby è uno sport con una grande capacità di gioco di squadra dove vige prima di tutto il rispetto dell'avversario sia dentro che fuori dal campo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isola d'Elba, avvistato lo "yacht più costoso del mondo": foto

  • Elezioni regionali, Toscana al voto | Exit poll, proiezioni e risultati definitivi: lo spoglio in diretta

  • Elezioni regionali, il voto in Toscana: preferenze a candidati e liste

  • Rosignano, tromba d'aria scoperchia case e devasta il Circolo Canottieri: diversi feriti. Video

  • Scuola, vietato ammalarsi: il protocollo Covid "imprigiona" le famiglie. Le mamme: "Servono test più rapidi e meno invasivi"

  • Elezioni Toscana, la composizione del nuovo Consiglio regionale: al Pd 22 seggi, 9 alla Lega

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento