menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, consegnati i primi 350 banchi monoposto agli istituti di Livorno

La consegna alle primarie "Puccini", "Campana" e "Fattori" e alla secondaria di primo grado "Fermi". Entro il 14 settembre saranno riforniti anche gli altri plessi scolastici

Manca meno di un mese alla riapertura delle scuole in Toscana, la data fissata per il suono della prima campanella dell'anno è il 14 settembre, e dopo il lungo periodo di lockdown caratterizzato dalla didattica a distanza, che ha costretto studenti, docenti e famiglie a reinventare il sistema di insegnamento e studio, si torna finalmente in aula. È ancora necessario, però, tenere alta la guardia e adattare le strutture scolastiche alle nuove esigenze dettate dalle linee guida del governo.

350 banchi monoposto alle prime scuole, entro il 14 settembre sarà completata la consegna

A tal fine il Comune di Livorno ha già cominciato a distribuire i banchi monoposto che, a partire da quest'anno, sostituiranno le vecchie sedute per far fronte all'emergenza sanitaria Covid-19, che ha determinato l'adozione di un protocollo di sicurezza nazionale con un preciso distanziamento interpersonale nelle scuole. I primi 350 esemplari sono stati assegnati alle primarie "Puccini", "Campana" e "Fattori" (al momento i banchi sono custoditi nei magazzini a disposizione del Comune a causa dei lavori di manutenzione all'interno della scuola stessa) e alla secondaria di primo grado "Fermi". Entro il 14 settembre sarà completata la consegna.

La procedura di acquisizione è stata attuata dall'Amministrazione Comunale prima ancora della decisione da parte del Ministero dell'Istruzione di acquistare banchi monoposto per tutto il territorio nazionale ed è per questo motivo che il Comune è stato in grado di consegnare i primi banchi ben prima dell'inizio dell'anno scolastico, previsto per il 14 settembre, data entro la quake è prevista la consegna di altri circa 400 banchi monoposto che andranno sia alle scuole primarie che alle scuole medie. 
Il criterio seguito per la consegna è quello di dare priorità alle scuole che hanno maggiori criticità nel garantire il distanziamento degli alunni fra loro e con il personale insegnante.

scuola-3-4

Piombino, investimenti e ottimizzazione degli spazi per non stravolgere la quotidianità dei ragazzi

Novità anche nelle strutture scolastiche di Piombino dove, come dichiara il sindaco Ferrari, la scelta è andata nella direzione di ottimizzare gli spazi per permettere agli studenti di rientrare a scuola senza utilizzare locali normalmente dedicati ad altre attività come mense, teatri, cinema e palestre. "In questo modo riusciamo a non stravolgere la quotidianità degli studenti - sono le parole di Ferrari -, a mantenere il tempo pieno e a non sottrarre la possibilità di svolgere anche le attività ludiche, culturali e motorie, altrettanto impostanti per la crescita e la formazione". Si ritorna in classe, dunque, con le stesse modalità ma con accorgimenti in più che permetteranno di garantire la sicurezza e mantenere il concetto di scuola a cui gli studenti e gli insegnanti sono abituati. Grazie anche agli importanti interventi economici attuati. Con una variazione di bilancio, assunta dalla Giunta a titolo d'urgenza, sono stati infatti destinati circa 600mila euro per la riorganizzazione delle strutture scolastiche e per l'assunzione di nuovo personale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti regionali, la ricetta della ribollita toscana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento