rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Viale Italia, dopo i furti tornano i libri nella cabina telefonica diventata biblioteca

Riparte, con tanta carica, l'iniziativa all'insegna della regola 'Prendine uno, lasciane uno'. I promotori: "Insistiamo perché abbiamo visto che, per un ladro o due, ci sono tante persone che scambiano volentieri i loro volumi"

Dopo i furti tornano i libri all'interno della cabina del telefono di fronte alla Baracchina Bianca. Giovanni Neri, giornalista e scrittore, Nino Bozzi della casa editrice Ctl e la editor Michela Tanfoglio hanno fatto rifornimento di volumi e sono ripartiti alla carica. "La regola - spiega Neri - è 'Prendine uno, lasciane uno', non saccheggiare tutto come è stato fatto negli ultimi tempi. Anche perché commercialmente i libri usati non hanno nessun valore e non si capisce bene a chi possano servire".

libri2

Viale Italia, la cabina telefonica davanti alla Baracchina Bianca diventa una libreria grazie a "Telefonami un libro"

"Una volta - ha aggiunto Nino Bozzi, che con la sua casa editrice Ctl è sempre alla ricerca di nuovi talenti - c’erano le bancarelle ai mercatini che vendevano libri usati, ma oggi tra chiusure per il covid e cambiamento delle abitudini, i libri usati non valgono purtroppo nulla. Noi comunque - ha sottolineato - insistiamo perché abbiamo visto che per un ladro o due ci sono tante persone che hanno apprezzato la nostra iniziativa e che scambiano volentieri i loro volumi".

"Le cabine con i libri in scambio - ha quindi evidenziato la editor Michela Tanfoglio - ci sono in tutto il mondo, e sono un bel veicolo di diffusione della cultura, non di covid come dice qualcuno, perché i volumi sono stati sanificati prima di metterli in scambio e soprattutto perché, chi pensa di potersi contagiare in questa maniera, dovrebbe stare attento a non ammassarsi sui mezzi pubblici o a fare l’aperitivo piuttosto che a sfogliare un libro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Italia, dopo i furti tornano i libri nella cabina telefonica diventata biblioteca

LivornoToday è in caricamento