rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Decreto Covid, allarme Confcommercio: "Tante disdette, per alcune categorie sarà disastroso"

L'associazione interviene con la presidente provinciale Francesca Marcucci alla luce delle ultime disposizioni per contrastare la diffusione del Covid

Le ultime disposizioni del decreto antiCovid, di imminente pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, causano molte preoccupazioni a diversi settori. Sul tema è intervenuta la presidente provinciale di Confcommercio, Francesca Marcucci, che ha spiegato: "Prendiamo atto dei provvedimenti governativi, gli imprenditori reagiranno come hanno fatto fin dall'inizio della pandemia, ovvero osservando le regole con grande responsabilità e serietà".

Nonostante questo però è inevitabile l'apprensione, soprattutto per un settore quale laristorazione. "Sono arrivate molte disdette per il pranzo di Natale, in troppi hanno un familiare in quarantena - ha aggiunto Marcucci -. Siamo molto preoccupati per le attività che subiranno la nuova stretta: pubblici esercizi, discoteche, locali e organizzatori di eventi, palestre e simili. Tutte aziende già messe a dura prova dal Covid e dalle sue conseguenze e adesso in grossa difficoltà proprio mentre arrivava il periodo che poteva essere il più redditizio dell'anno".

Pieragnoli, appello alla Regione e al Governo: "Intensificare i controlli e prevedere compensazioni"

L'accorata richiesta alla Regione Toscana arriva invece dal direttore provinciale, Federico Pieragnoli: "Intensificare i controlli per tracciare i contatti ed isolare i positivi. Questa - ha spiegato - è l'unica via possibile per non mettere in ginocchio il territorio. Sarà inoltre necessario che il governo preveda immediatamente adeguate misure economiche compensative che possano attenuare le disastrose ricadute delle misure restrittive sulle imprese coinvolte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto Covid, allarme Confcommercio: "Tante disdette, per alcune categorie sarà disastroso"

LivornoToday è in caricamento