Ecoballe, decretato lo stato di emergenza: Borrelli nominato commissario. Le reazioni della politica

Stanziati quattro milioni di euro dal Fondo per le emergenze nazionali, esulta il sindaco di Piombino Ferari: "Una nostra vittoria". Berti e Galletti (M5s): "Grazie al ministro Costa"

Il sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, e l'ex commissario Aurelio Caligiore

"Il governo ha votato lo stato di emergenza per rimuovere le ecoballe di rifiuti, nel golfo di Follonica dal 2015. Abbiamo sei mesi di tempo per salvare le nostre coste e il mare". Ad annunciare un provvedimento atteso 5 anni, è stato il ministro dell'Ambiente Sergio Costa con un post su twitter. Una decisione, quella presa ieri dal governo, arrivata in un giorno importante, ovvero esattamente cinque anni dopo da quel 23 luglio 2015 in cui dalla motonave Ivy furono sversati in mare 63 mila kg di plastica pressata che si trovavano a bordo. Un carico che sarebbe dovuto arrivare nel Mar Nero e destinato a essere incenerito ma che, invece, fu rilasciato nel bel mezzo del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, al largo di Piombino e del golfo di Follonica

Sul momento il comandante non avvertì le autorità e la nave arrivò destinazione, ma gli acquirenti di quel carico di rifiiuto si resero subito conto che mancavano all'appello 56 ecoballe e la comunicazione ufficiale dalla Bulgaria alla Procura di Grosseto, che aprì un'inchiesta, arrivò soltanto il 3 settembre. Troppo tardi: alcune ecoballe si erano spiaggiate sulla costa e in questi cinque anni di continui rinvii, politici quanto burocratici, le ecoballe hanno continuato a navigare in mare: alcune sono state recuperate dai pescherecci, ma ne mancano all'appello ancora 41.

Ecoballe Follonica, stanziati 4 milioni dal fondo per le emergenze nazionali  

Angelo Borrelli ANSA-2-2Dopo 5 anni, dunque, la tanto attesa svolta. "Il consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte - si legge nel comunicato del Cdm -, ha deliberato lo stato di emergenza, per un periodo di sei mesi, in conseguenza della dispersione di rifiuti plastici pressati nelle acque del Golfo di Follonica. Considerata la necessità di adottare misure urgenti per procedere al recupero delle eco-balle e a ridurre il rischio di inquinamento ambientale, viene stanziata la somma di 4 milioni di euro a valere sul Fondo per le emergenze nazionali".

Per gestire rapidamente la situazione, è stato nominato come commissario il capo del dipartimento della protezione civile, Angelo Borrelli, che sarà quindi chiamato a disinnescare quella che il sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, aveva definito una "bomba ecologica ad orologeria", ovvero la presenza di oltre 50 tonnellate di plastica sommerse nelle acque del santuario dei cetacei

Francesco Ferrari, sindaco di Piombino: "Ecoballe, una nostra vittoria"

Francesco Ferrari, sindaco di Piombino-2"Finalmente il governo ha decretato lo stato d'emergenza per quella che è, a tutti gli effetti, una bomba ecologica ad orologeria - il commento di Ferrari -. Finisce una situazione di pericolosa incertezza che proseguiva senza sosta da anni. È il successo di un impegno caparbio che abbiamo avuto, fin dal nostro insediamento, nel denunciare il pericolo che questo territorio correva."

"Abbiamo più volte ed in varie sedi lanciato il grido d'allarme per questa situazione - dice ancora Ferrari -, in controtendenza col silenzio assordante della precedenza amministrazione. Ci hanno addirittura accusato di attentare al nostro turismo quando il nostro universo fine era difendere il nostro territorio. Oggi la decisione del Governo ci rende giustizia. Ora mettiamoci subito tutti al lavoro per il recupero delle ecoballe".

Enrico Rossi: "Finalmente si volta pagina, ora intervenire rapidamente. E buon lavoro a Borrelli"

Enrico Rossi regione toscana-2"Finalmente si volta pagina. Si è posto fine ad una situazione di incertezza che non era più tollerabile e di fronte alla quale la Regione era più volte e con insistenza intervenuta, chiedendo nel marzo scorso lo stato di emergenza - le parole del governatore della Toscana, Enrico Rossi -. La nomina di Borrelli offre sicuramente elementi di garanzia e a lui, oltre ad augurare buon lavoro, assicuro la piena e fattiva collaborazione della Regione, a partire dalla prima riunione che, con significativa tempestività, il capo della protezione civile ha già convocato ieri". "Ci sono voluti troppi anni per arrivare a prendere le decisioni che servivano - conclude Rossi - e adesso non c'è più tempo da perdere. È stata una vergogna lasciare per cinque anni 60 tonnellate di rifiuti nel nostro mare: ora, definiti i ruoli, questo territorio va risarcito con un intervento rapido ed efficace".

Galletti e Berti (M5S): "Svolta decisiva per salvare il nostro mare, grazie al ministro Costa"

francesco berti-2"Oggi è un grande giorno per la Toscana. La decisione del ministro Costa e del governo di dichiarare lo stato d'emergenza per Follonica è il primo, indispensabile, passo per scongiurare un disastro ambientale. Grazie all'impegno del ministro e di tutto il Movimento 5 stelle toscano, le ecoballe seminate 5 anni fa al largo di Follonica finalmente potranno essere rimosse - il commento di Franscesco Berti, parlamentare M5s, e Irene Galletti, candidata alla presidenza della Toscana per i Cinquestelle -. Da mesi stiamo lavorando in sinergia con i tecnici del ministero dell'Ambiente e della protezione civile per arrivare a questo primo risultato e continueremo a farlo fino al completamento dell'operazione".

"L'impegno è massimo - concludono Berti e Galletti - ed è dimostrato anche dalla scelta di nominare come commissario il capo della protezione civile nazionale, Angelo Borrelli: una prova dell'attenzione del governo per una vicenda troppo a lungo sottovalutata dalle istituzioni locali e dalla Regione. Ma su questo immagino si pronunceranno la magistratura ordinaria e la Corte dei Conti. Il mare è la risorsa più preziosa che abbiamo, preservarlo è un nostro dovere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Natale 2020, luminarie in tutta la città a spese del Comune. E sulla Fortezza Nuova compare la scritta "Riparti Livorno"

  • Coronavirus: 115 positivi e 2 morti tra Livorno e provincia, 1.929 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di domenica 22 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento