rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca

Febbre del Nilo, 70enne ricoverato all'ospedale di Livorno. Il primario Sani: "Prognosi riservata"

Si tratta di un turista tedesco in villeggiatura nell'ambito del Comune di Massarosa, le sue condizioni sono stabili ed è tenuto sotto stretta osservazione

Un turista di 70 anni, tedesco, in villeggiatura a Massarosa (Lucca), si trova ricoverato in condizioni stabili con prognosi riservata nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Livorno dopo aver contratto il virus della febbre del Nilo. Il primario del reparto, Spartaco Sani, ha spiegato che "l'uomo è affetto da una forma seria di meningo-encefalite ed è in prognosi riservata. Le sue condizioni sono stabili ed è tenuto sotto stretta osservazione da parte della nostra struttura. Si era rivolto al pronto soccorso del Versilia - ha aggiunto - guidato dal direttore Giuseppe Pepe che con grande tempestività è riuscito a fare una diagnosi accurata permettendo all’uomo di essere preso in carico da subito e trasferito nel nostro reparto per gli accertamenti necessari".

Asl: "Non si trasmette da persona a persona, non è necessaria alcuna misura di profilassi"

Il caso - fa sapere Asl -, come previsto dalle procedure, è stato segnalato e preso in carico dal dipartimento di prevenzione, per la messa in pratica di tutte le opportune misure epidemiologiche alle quali sta collaborando anche l’amministrazione comunale di Massarosa per mantenere la situazione sotto controllo. Nelle prossime ore la sindaca, che ringrazia Usl Toscana nord ovest per la collaborazione, firmerà un'ordinanza per informare la popolazione e mettere in atto quelle semplici azioni necessarie ad evitare la presenza di zanzare nelle vicinanze delle abitazioni.

L'Asl ricorda infatti che la febbre 'West Nile0 non si trasmette da persona e persona e che gli esseri umani sono quindi considerati "ospiti a fondo cieco". Non è quindi necessario attivare misure di profilassi nei confronti delle persone che abbiano avuto contatti con il turista. Il principale mezzo di trasmissione del virus all’uomo è costituito da zanzare infettate generalmente da uccelli selvatici che costituiscono il "serbatoio" principale della malattia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Febbre del Nilo, 70enne ricoverato all'ospedale di Livorno. Il primario Sani: "Prognosi riservata"

LivornoToday è in caricamento