"Ironico, geniale, generoso": il ricordo di Massimo Seghetti alla Bottega del Caffè

Una serata tra aneddoti e risate per omaggiare l'ex presidente dell'Associazione Lavoratori Comunali a due anni dalla scomparsa

A due anni dalla scomparsa, gli amici di Massimo Seghetti si sono incontrati venerdì 22 febbraio alla Bottega del Caffè di viale Caprera, sede dell'Associazione Lavoratori Comunali, e lo hanno ricordato, come lui avrebbe voluto, senza ipocrisia, tra ironia e aneddoti. "Massimo era un vulcano di idee, di ironia, di genialità - dicono gli amici e colleghi di una vita -; molto amato ma anche sopportato specialmente quando esagerava nelle sue 'chiacchierate'. Una persona che si faceva apprezzare per la sua generosità e intelligenza".

Nel corso della serata, introdotta da Maurizio Mini e Paolo Gangemi, Massimo è stato ricordato con la lettura da parte di Giorgio Algranti, Aldo Galeazzi e Massimiliano Bardocci, di alcuni brani scritti su "I Quaderni" e "Gli Assaggini del Gufo" e il periodico "Il Caffè" (le pubblicazioni dell'Associazione Lavoratori Comunali) sulla storia del Ponce, la nascita del primo gruppo organizzato di tifosi della curva nord, la gabbionata dei Fiume, il premio di satira il Palamito; con uno spassoso intervento di comicità livornese di Michele Crestacci e anche con una cartolina realizzata nell’occasione da Capras (Sodalizio Muschiato).

E poi, un susseguirsi di aneddoti raccontati dagli amici presenti nel salone della Bottega del Caffè come Paola Pasqui, Stefano Caprina, Arrigo Pastacaldi, Daria Faggi, Duccio Arrighi, Carlo Pepi e tanti altri; aneddoti che hanno spaziato sulle tante cose che piacevano a Massimo: il vernacolo, il Sodalizio Muschiato, la magia, la cucina povera livornese, la satira scritta e parlata, la politica, la cultura, i libri, le vere false teste di Modigliani, l'arte, il caffè. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla serata ha preso parte anche il vicesindaco Stella Sorgente che ha portato il saluto dell'amministrazione comunale.
Alla fine un brindisi, con tanto di seme, noccioline, lupini e cenci, ha suggellato la serata. Alla maniera di Massimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, lo studio: Toscana ultima regione italiana a fermare la diffusione dei contagi

  • Coronavirus, tre morti e 16 nuovi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 29 marzo

  • Coronavirus Livorno, 3 morti e 9 nuovi positivi tra città e provincia: il bollettino di sabato 4 aprile

  • Coronavirus Livorno, ecco come richiedere il buono spesa. Salvetti: "Disponibile per il weekend"

  • Coronavirus, traffico di gente in via Cairoli ripreso da un autista "sceriffo". Video

Torna su
LivornoToday è in caricamento