rotate-mobile
Cronaca

Cani lasciati senza guinzaglio e incustoditi, stretta della polizia municipale: 33 multe in 2 mesi

Le sanzioni elevate nel rispetto del regolamento sulla corretta conduzione degli animali nei parchi e nei luoghi pubblici

Trentatré multe in due mesi sono state elevate dalla polizia municipale a carico dei padroni di cani nel territorio comunale di Livorno. Diciassette di queste per omesso uso del guinzaglio, sedici invece per omessa custodia del cane. È questo il bilancio della campagna di controlli specifici sulla corretta conduzione degli animali nei parchi e nei luoghi pubblici. 

Secondo quanto riscontrato dalla polizia municipale però la situazione è notevolmente migliorata, anche grazie alla collaborazione delle associazioni animaliste Ata-Pc e Anpana, attivate e coordinate dall'ufficio Tutela Animali nell'ambito della convenzione stipulata dal Comune di Livorno. Per questo, infatti - spiegano dal Comune -  non si parla solo di repressione bensì di prevenzione. 

Cane al guinzaglio, una regola di conduzione preziosa anche per il decoro delle aree

Secondo quanto riscontrato dalle associazioni del territorio - a cui l'amministrazione comunale ha rivolto un ringraziamento - sono ancora molte le persone che portano il cane senza guinzaglio, mentre tenerlo è una regola di conduzione che, oltre che per logici profili di sicurezza, è preziosa anche per il decoro delle aree. Ata-Pc in particolare ha istruito i propri soci a spiegare che anche se il cane sciolto è buono, potrebbe andare, per sua normale curiosità ed indole, vicino a quello aggressivo regolarmente al guinzaglio, causare una pericolosa reazione  e subire un'aggressione.

Anpana invece racconta un'esperienza diretta della sua associazione che ha soccorso in Villa Maurogordato un cane che ha subito più di 30 punti di sutura per un'aggressione ricevuta da un altro cane con il quale da tempo era abituato a giocare libero: basta una pallina contesa, un attimo di gelosia, un movimento mal interpretato che possono generare reazioni incontrollate. Negli ultimi tempi è iniziata anche una preziosa collaborazione con il nucleo delle guardie zoofile Oipa Italia Onlus gruppo di Livorno, volta a monitorare e correggere gli eventuali  comportamenti in contrasto con la normativa tenuti  dai proprietari dei cani sia presso i parchi pubblici e sia presso le aree sgambatoio della città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani lasciati senza guinzaglio e incustoditi, stretta della polizia municipale: 33 multe in 2 mesi

LivornoToday è in caricamento