rotate-mobile
Cronaca Quercianella

Limiti acustici superati, vietata la musica a Villa Margherita: "Già al lavoro per risolvere il problema"

Il Comune ha disposto la revoca del nulla osta a carico della struttura di Quercianella dopo alcuni esposti per 'disturbo da rumore'

Musica vietata all'hotel Villa Margherita di Quercianella. Per l'attività che sorge al civico 44 di via Puccini, una delle location del territorio livornese più apprezzate per le feste di matrimonio, di battesimo e per altri appuntamenti speciali, è scattata la revoca del nulla osta 'ai soli fini acustici per diffusione musicale', ovvero piano bar e karaoke, così come disposto dalla determina del Comune di Livorno a firma del dirigente Leonardo Gonnelli. Atto, questo, al quale ha fatto seguito l'ordinanza trasmessa nei giorni scorsi ai diretti interessati. "Ma siamo già al al lavoro per risolvere la situazione il prima possibile - spiega a LivornoToday la titolare Elisabetta Rossi - abbiamo dato mandato ai tecnici di effettuare le rilevazioni del caso, dopo di che dipenderà anche dai tempi degli uffici comunali".

La misura è stata adottata in scia ad alcuni esposti recapitati all'amministrazione comunale e presentati già prima della pandemia, documenti nell'ambito dei quali veniva evidenziato da parte dei ricorrenti 'il disturbo da rumore prodotto dagli impianti di diffusione musicale impiegati per l'attività svolta nella struttura'. Da un primo invito all'autocontrollo, datato ottobre 2019, da parte dell'amministrazione comunale, si è quindi arrivati ai controlli di Arpat, sospesi durante la pandemia e ripresi l'estate appena trascorsa.

Misurazioni acustiche di Arpat a settembre, "superati i valori limite"

E proprio dalle misure fonometriche rilevate lo scorso 18 settembre, è emerso il superamento dei limiti acustici sia in ambienti esterni (55,5 decibel contro i 50 consentiti) che interni (10,5 contro i 3 consentiti), con la musica percepibile "almeno fino alle 1.00- si legge nell'atto - quando il sopralluogo è terminato". 

All'atto di Arpat è seguita la nota del Comune dove si comunicava l'avvio del procedimento per far sì che ci fosse il rientro nei limiti di rumorosità. Un avviso di fronte al quale, però, da parte dell'attività non sono state presentate memorie scritte o documenti. Da qui, dunque, la disposizione della revoca del nulla osta, "considerato - scrive il Comune - che il persistere di una situazione di disturbo da rumore per le persone che abitano nelle vicinanze, dovuto a livelli elevati di rumorosita?, puo? essere di pregiudizio al benessere psico-fisico delle stesse".

La titolare dell'hotel: "Siamo già al lavoro per risolvere la situazione"

"Il problema riguardava l'esterno, invece è stata bloccata anche l'attività interna. Ad ogni modo siamo già al lavoro per risolvere questa situazione - spiega la titolare, Elisabetta Rossi -. Purtroppo non avevamo compreso le tempistiche dalla prima comunicazione, ma abbiamo già informato i tecnici e contiamo di poter ottenere di nuovo la regolare autorizzazione prima dell'inizio della stagione". I tempi però non sono al momento ipotizzabili visto che una volta presentati gli incartamenti poi starà al Comune, dopo le verifiche di rito, concedere di nuovo il nulla osta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Limiti acustici superati, vietata la musica a Villa Margherita: "Già al lavoro per risolvere il problema"

LivornoToday è in caricamento