Cronaca

Sfruttamento della prostituzione in sei appartamenti tra Livorno e Firenze, arrestato 45enne di Rosignano

L'uomo, secondo quanto emerso dalle indagini, si occupava di reperire sia le donne che le abitazioni dove avvenivano gli incontri e pretendeva una percentuale sui guadagni. Indagata anche una 23enne pisana ritenuta sua complice

Sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Questa l'accusa che ha portato all'arresto nella mattina di oggi, sabato 6 marzo, di un 45enne di Rosignano Marittimo (Livorno) mentre una 23enne residente in provincia di Pisa è stata indagata per solo favoreggiamento. L'uomo, secondo quanto emerso dalle indagini coordinate dai carabinieri di Livorno con l'aiuto dei colleghi di Cecina e Pisa, era il gestore di una ben organizzata e stabile attività di prostituzione, espletata da diverse donne sia italiane che straniere, partecipando alla spartizione dei loro guadagni. Era lui stesso che, stando a scoperto dagli investigatori nel corso dell'operazione "Butterfly" iniziata ad agosto 2020, reperiva sia le donne che gli appartamenti tra Livorno e Firenze dove farle prostituire salvo poi licenziarle se non avessero garantito determinati standard nelle prestazioni. "È 20 anni che faccio queste cose" avrebbe detto in più occasioni per vantarsi.

Il malvivente, inoltre, si sarebbe occupato anche del "marketing" della sua attività illecita postando su vari siti internet di incontri hot gli annunci delle donne, corredate di foto. Più di una volta il 45enne le avrebbe accompagnate anche a fare dei veri e propri servizi fotografici e, spesso e volentieri, era lui stesso a decidere le foto da inserire online. Per questo suo "lavoro", si faceva consegnare dalle malcapitate una cifra variabile: dai 100 euro al giorno fino a una percentuale sui guadagni quotidiani "mai meno del 30%" specificano i carabinieri. Per sua stessa ammissione l'uomo, nel corso degli anni, avrebbe accantonato circa 50mila euro. La complice pisana invece avrebbe invece fornito schede telefoniche utilizzate per fissare gli appuntamenti e si sarebbe adoperata nel reperire i siti dove consentire l'attività di prostituzione. 

Al termine degli accertamenti, per il 45enne è stato trasferito nel carcere delle Sughere mentre alla 23enne è scattata la misura dell'obbligo di dimora nel comune di Pisa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfruttamento della prostituzione in sei appartamenti tra Livorno e Firenze, arrestato 45enne di Rosignano

LivornoToday è in caricamento