Maxi rissa in discoteca a Marina di Castagneto, denunciati 20 ragazzi: 8 sono minorenni

L'episodio a inizio dicembre discorso: le indagini dei carabinieri hanno portato al foglio di via per sei giovani. Tra i violenti anche molti ragazzini

Venti giovanissimi tra i 16 e i 23 anni, tutti residenti a Piombino, diversi stranieri e, quasi la metà (otto in tutto), minorenni. Sono loro, secondo le indagini portate a termine dai carabinieri della Compagnia di Cecina guidata dal capitano Christian Bottacci, i responsabili della maxi rissa scatenata lo scorso 1 dicembre 2019 alla discoteca La Zattera di Marina di Castagneto. Una furia incontrollata che mise a rischio l'incolumità di un centinaio di coetanei, come raccontato da diversi testimoni: calci e pugni che, secondo i presenti, non risparmiarono neppure le ragazze. Giovanissimi che agirono indisturbati per quasi un'ora, dileguandosi prima dell'arrivo delle forze dell'ordine che, a seguito delle indagini supportate da foto e video postate anche sui social, sono stati tuttavia identificati e denunciati per rissa (art. 588 del codice penale).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marina di Castagneto, maxi rissa in discoteca: "Delinquenti fuori controllo, aggredite anche le ragazze

Indagini portate avanti dai carabinieri della Compagnia di Cecina e, in particolare, da quelli della Stazione di Donoratico, con la preziosa collaborazione della vicina compagnia carabinieri di Piombino, diretta dal maggiore Massimiliano Massarelli, che assieme a quella di Cecina, è alle dipendenze del Comando provinciale di Livorno guidato dal colonnello Massimiliano Sole. Oltre all'iter procedurale penale condotto dalla Procura di Livorno, si è dunque attivato anche quello relativo all'ordine e la sicurezza pubblica per cui, a seguito della proposta della Compagnia carabinieri di Cecina, il questore di Livorno ha firmato la misura di prevenzione del rimpatrio, con foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Castagneto Carducci per 3 anni dalla data di notifica nei confronti di 6 ragazzi maggiorenni, onde evitare che gli stessi possano condurre ulteriori attività illecite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Piazza Attias | Carabinieri e Municipale aggrediti da una cinquantina di ragazzini con calci, bastoni e pietre

  • Tragedia in viale Boccaccio, volontario della Misericordia di Montenero muore a 73 anni dopo un incidente

  • Caos Livorno, tre croci e una testa di maiale sul campo dello stadio: "Pagherete tutto". Indagano i carabinieri

  • Venezia, movida irresponsabile con assembramenti, fumogeni e risse: gli interventi delle forze dell'ordine

  • Coronavirus Toscana, dal 18 ottobre i tamponi si possono prenotare online: ecco come fare

  • Coronavirus Livorno, esercizi commerciali di vendita al dettaglio aperti dalle 6 alle 22: l'ordinanza di Salvetti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento