rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca Rosignano Marittimo

Rosignano, immobilizzato a letto rischia di soffocare: poliziotto e figlio si calano dal balcone e lo salvano

Impossibilitato a muoversi, l'uomo aveva richiesto l'intervento del 118 per un principio di soffocamento. Un ispettore in pensione, residente nello stesso edificio dell'anziano, insieme al figlio è entrato in casa dal terrazzo aprendo poi la porta al personale sanitario

Un ispettore superiore di 62 anni in pensione, la moglie vice sovrintendente ancora in servizio al commissariato di Rosignano e il figlio della coppia, 28enne, che dai genitori ha ereditato i valori della Polizia di Stato. Sono loro i protagonisti di una bella storia di altruismo, raccontati dalla questura di Livorno, che li ha visti impegnati nel soccorso a una persona gravemente in difficoltà, immobilizzata a letto e dunque impossibilitata ad aprire la porta di casa ai volontari del 118 allertati dallo stesso paziente per un principio di soffocamento.

Il tutto nella tarda serata di giovedì scorso 7 luglio. Compresa la gravità della situazione, padre e figlio non hanno perso tempo, calandosi dal balcone sulle impalcature fortunatamente presenti per alcuni lavori di ristrutturazione. Da qui, il poliziotto e il figlio sono entrati nell'appartamento al secondo piano, aprendo così la porta blindata al personale sanitario che, con le dovute manovre, è riuscito tempestivamente a liberare le vie respiratorie dell'anziano. Alla fine, gli abbracci e i ringraziamenti dell'anziano per avergli salvato la vita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rosignano, immobilizzato a letto rischia di soffocare: poliziotto e figlio si calano dal balcone e lo salvano

LivornoToday è in caricamento