Il Senso del Ridicolo, grandi ospiti per la quarta edizione del festival dell'umorismo: il programma

Tre giorni di eventi nella rassegna diretta da Stefano Bartezzaghi. Ospite d'onore sarà Silvio Orlando che si racconterà in un'intervista spettacolo al Teatro Goldoni

L'umorismo è la capacità, intelligente e sottile, di rilevare e rappresentare l'aspetto comico della realtà. Questa la definizione citando il dizionario. E quale città, se non Livorno, col suo sarcasmo innato e i suoi spigoli da smussare a suon di battute spesso dal tono dolceamaro, può aspirare ad essere la capitale italiana dell'umorismo? E qui, infatti, tra i canali del quartiere Venezia per tre giorni dal 27 al 29 settembre si rinnova l'appuntamento con "Il Senso del Ridicolo", la manifestazione diretta da Stefano Bartezzaghi e promossa e organizzata da Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con la collaborazione del Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana, giunta alla sua quarta edizione.

Tre giorni di letture, ospite d'onore Silvio Orlando

Tre giorni di letture, incontri ed eventi nella città più caustica e pungente d'Italia, un festival di taglio culturale che va decisamente oltre la comicità nuda e cruda che regala un avventuroso viaggio nei territori inesplorati del comico. Tre giorni che vedranno protagonisti assoluti attori, autori, filosofi, scrittori, giornalisti, radio-star, letterati e, naturalmente, comici che si interrogheranno sul significato del riso e sulla straordinaria funzione illuminante dell'umorismo, della comicità e della satira e ci ricorderanno che, in ogni momento, il ridicolo è in agguato.

Ospite d'onore di questa edizione sarà l'attore Silvio Orlando, personaggio straordinario e di rara sensibilità che si racconterà dal palco del Teatro Goldoni al direttore del festival Stefano Bartezzaghi e alla critica teatrale Sara Chiappori (sabato 28 settembre alle 21). "Quello sul festival dell'umorismo non è un lavoro che parte da un tema preciso ma si costruisce pezzo per pezzo attraverso le occasioni e l'osservazione del quotidiano - è intervenuto il direttore artico e anima della manifestazione Stefano Bartezzaghi - perché è lì, nel vissuto, anche nel dolore e nel dramma, che si può nascondere il ridicolo". 

rondelli-2

Il programma, gli ospiti e gli eventi

Dalle "vicissitudini tragicomiche del desiderio"  - di cui parlerà psicoanalista Massimo Recalcati nella lectio magistralis che venerdì 27 settembre, alle  17.30 in Piazza del Luogo Pio, inaugura il festival - alle figure femminili descritte da Achille Campanile anche attraverso clichè e luoghi comuni che costituiscono spesso la base stessa dell'umorismo, narrate con ironica maestria da Anna Bonaiuto, il cartellone di questa edizione è tutto da scoprire e prevede interventi di Ascanio Celestini, Chiara Alessi, Stefano Andreoli, Marco Ardemagni, Marco Belpoliti, Maria Cassi, Filippo Ceccarelli, Sara Chiappori, Pilar Fogliati, Federica Fracassi, Bruno Gambarotta,  Gabriele Gimmelli, Sofia Gnoli e Nadia Terranova. Tanti i piacevoli ritorni di autori che già nelle passate edizioni hanno divertito il pubblico, spingendolo alla riflessione.

Tra questi Irene Soave che dialogherà con Maria Cassi di galateo e buone maniere e Matteo Caccia che, dopo aver raccolto le testimonianze dei livornesi sulle vacanze e aver analizzato nel dettaglio il mercato immobiliare locale nelle scorse edizioni, quest'anno passa la parola direttamente ai livornesi nel recital "E non dite che non sono di Livorno", continuando idealmente la sua trasformazione in "perfetto labronico" (domenica 29 settembre, ore 18.45). Spazio anche a due autori locali e molto amati: Bobo Rondelli, il nostro cantore popolare, e la giornalista Eva Giovannini che insieme ci parleranno dei "Maledetti livornesi". Fra tutti gli stereotipi, infatti, comici o drammatici che siano quello che forse è il più pertinente è il blasone di "maledetti" assegnato – per spirito verace e inclinazione al dissenso – ai livornesi. Ma è davvero solo un modo di dire? Rondelli e la Giovannini proveranno a rispondere sabato 28 settembre alle 12.30.

Bottini dell'Olio esterno-2

La tavola rotonda "Così mi fai ridere - un identikit dell'autore comico"

Il 28 settembre alle 17.15 ai Bottini dell'Olio si terrà la tavola rotonda sul ruolo del comico, con Stefano Andreoli, Marco Ardemagni, Stefano Bartezzaghi, Sara Chiappori e Pilar Fogliati.
Quali sono le qualità di un autore comico? A chiunque può capitare di dire una battuta che fa ridere la compagnia, un evento gratificante ma che non ha altre conseguenze. È diversa, invece, la condizione di chi per professione deve saper scrivere testi da far ascoltare o leggere a un pubblico, suscitandone ogni volta le risate. "Il Senso del Ridicolo" vuole stilare un elenco di qualità necessarie all'autore comico e per questo ha interpellato follower e curiosi attraverso i new media e convocato ospiti particolarmente qualificati per rispondere. Un incontro che è un ulteriore passo nel cammino iniziato lo scorso anno e volto ad approfondire il ruolo dell'autore comico e la regolamentazione del diritto d'autore delle battute comiche.
Gli interventi saranno raccolti in un e-book, a cura di Gabriele Gimmelli, che sarà messo gratuitamente a disposizione del pubblico sul sito del festival entro fine anno. Evento realizzato con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori

 La rassegna cinematografica del festival dedicata a Woody Allen

Il Senso del Ridicolo in questa edizione dedica a Woody Allen una rassegna di film curata, come ogni anno, da Gabriele Gimmelli: tre capolavori che testimoniano di altrettante stagioni della durevole creatività di Allen, nel tempo in cui un'ingiustificabile censura sociale è riuscita a mettere in ombra (speriamo solo momentaneamente) una stella di questo calibro (venerdì 27 – sabato 28 – domenica 29 settembre, alle 21 al Teatro Vertigo). A parlare del "caso Allen" sarà la scrittrice siciliana Nadia Terranova (sabato 28 settembre, alle 11.15, Bottini dell'Olio).

Biglietteria

I biglietti sono in vendita a partire dal 26 luglio presso la Sala Simonini, Scali Finocchietti 4, Livorno. 0586.404293  - biglietteria@ilsensodelridicolo.it 
Orari della biglietteria per acquisto biglietti: 26 e 27 luglio dalle 16.30 alle 19.30, 31 luglio dalle 19 alle 23, 1-2-3-4 agosto dalle 19 alle 23. In seguito giovedì, venerdì e sabato dalle 16.30 alle 19.30 (Ferragosto chiuso), dall'1 al 22 settembre il  giovedì, venerdì e sabato dalle 16.30 alle 19.30, dal 23 al 26 dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30, 
Prevendita online dal 26 luglio sul sito di Vivaticket. Durante i giorni del festival sarà attivo un Info Point presso la Sala Simonini, Scali Finocchietti 4. 
 

Il programma dettagliato sul sito https://ilsensodelridicolo.it/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Renato Zero ringrazia i livornesi: "Dé, mi avete fatto sentire a casa"

  • Terremoto di magnitudo 4,5 in Toscana, la scossa avvertita anche a Livorno

  • Viale del Risorgimento, auto investe madre e figlio: grave 35enne

  • Allerta meteo a Livorno venerdì 13 dicembre per vento forte: previste mareggiate

  • Minaccia di gettarsi dal balcone: poliziotto salva la vita a una 87enne

  • Cecina, violento scontro tra un'auto e uno scooter: gravissimo 52enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento