Tonno rosso, chiusa in anticipo la pesca sportiva e ricreativa

Raggiunti i livelli massimali di cattura: il ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo ha emesso il decreto che impone l'immediato rilascio degli esemplari eventualmente pescati

Stop alla pesca sportiva e ricreativa di tonno rosso. Lo ha deciso il ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo che, in data 6 agosto, ha emesso il decreto con il quale si impone il divieto ai pescatori non professionali di catturare il suddetto esemplare. O, meglio, l'obbligo di rilasciarlo subito in mare, vivo, qualora venisse allamato durante una battuta di pesca.

Si chiude così in anticipo la caccia al pregiato pesce dopo il raggiungimento dei livelli massimi di cattura (20,23 tonnelate) per questa annualità, così come stabilito dal decreto direttoriale n. 8876 del 20 aprile 2018. "La guardia costiera - fanno sapere dalla capitaneria di porto di Livorno - eleverà il livello di attenzione durante i controlli in mare, al fine di assicurare il rispetto della specifica normativa che tutela il tonno rosso, a salvaguardia della specie, nonché dell'intero ecosistema ambientale marino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marina di Castagneto, maxi rissa in discoteca: "Delinquenti fuori controllo, aggredite anche le ragazze"

  • Salvini contro il Vernacoliere, Mario Cardinali: "Stiamo andando verso il cattofascismo"

  • I mercatini di Natale a Livorno e provincia: il calendario degli appuntamenti per il 2019

  • Christian King, è livornese il protagonista di "Volare" di Michele Santoro

  • Salvini all'Elba e a Firenze, mobilitazione delle "Sardine" anche a Livorno con un flash mob il 30 novembre

  • Chiude l'Oviesse alle Fonti del Corallo. Il sindacato: "Lavoratrici ricollocate in altri punti vendita"

Torna su
LivornoToday è in caricamento