Cronaca

Truffe agli anziani per comprarsi auto e cellulare: arrestato 57enne livornese

In manette un uomo che lavorava in un'associazione di volontariato onlus e che si approfittava del precario stato di salute delle vittime per sottrarre loro denaro

Raggirava gli anziani approfittando della sua posizione in un'associazione di volontariato Onlus e, grazie al denaro che era riuscito a sottrarre alle sue vittime, si era comprato addirittura un'auto e un cellulare. Le sue azioni però non sono sfuggite ai carabinieri che, nel pomeriggio dell'11 luglio, hanno arrestato un cittadino livornese di 57 anni con le accuse di truffa, circonvenzione di incapace e maltrattamenti in famiglia. Il malvivente fingeva il malfunzionamento del bancomat per farsi consegnare del denaro che non restituiva, sfruttando l'incapacità delle vittime di potersi difendere. L'uomo, come riportato dai militari dell'Arma, talvolta abusava anche dello stato d'infermità e di deficienza di alcune vittime che, sotto l’effetto di psicofarmaci, consegnavano al volontario il loro bancomat salvo poi veder stipulare finanziamenti a loro nome per l'acquisto di un'auto e di un cellulare. Il livornese inoltre maltrattava in maniera sistematica anche i propri genitori, vessandoli e mortificandoli, per potersi impossessare di oggetti e denaro che utilizzava per le sue attività. I carabinieri, in accordo con il tribunale di Livorno, sono riusciti a individuare e arrestare il 57enne che è stato trasferito alle Sughere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe agli anziani per comprarsi auto e cellulare: arrestato 57enne livornese

LivornoToday è in caricamento