Giovedì, 28 Ottobre 2021
social

Terme del Corallo, c'erano una volta le "Acque della Salute"

Inaugurate nel 1904 e un tempo meta ambita dai vacanzieri di tutta Italia, sono state lasciate per decenni in uno stato di quasi totale abbandono. Negli ultimi anni numerosi gli interventi di messa in sicurezza e restauro

Era uno dei luoghi "in" della città, capace di attirare turisti provenienti da ogni zona d'Italia, affascinati dalla bellezza della struttura e dalle proprietà benefiche delle loro acque. Stiamo parlando delle Terme del Corallo, che, dopo decenni in cui hanno versato in uno stato di quasi totale abbandono, sono state al centro negli ultimi anni di interventi di messi in sicurezza e di restauro per recuperarne, almeno in parte, il loro originario splendore.

Terme del Corallo, la "Montecatini a mare" 

Costruito a partire dal 1903 su progetto dell'ingegnere Angiolo Badaloni e inaugurato nel 1904, lo stabilimento termale "Acque della Salute", eretto al termine del rettilineo di quello che un tempo era viale degli Acquedotti e che oggi è noto come viale Carducci, fu a lungo una delle mete preferite dai vacanzieri di tutta Italia, tanto da guadagnarsi l'appellativo di "Montecatini a mare". Un successo reso possibile dalle proprietà delle sorgenti d'acqua racchiuse al suo interno, che, si dice, avessero particolari proprietà benefiche per l'organismo. La sua fitta frequentazione portò anche alla costruzione di un lussuoso albergo, l'Hotel Corallo, destinato ad accogliere turisti provenienti da ogni parte del Paese.

terme del corallo (9)-2

Terme del Corallo, l'inizio del declino

L'inizio del declino si ebbe con lo scoppio della seconda guerra mondiale. A partire dal 1940 la città di Livorno cominciò a subire pesanti e frequenti bombardamenti, che costrinsero moltissimi cittadini a sfollare in cerca di ripari più sicuri. Anche la vicinissima stazione ferroviaria venne colpita dalle bombe, ma il centro termale, miracolosamente, rimase illeso. Nel frattempo gli americani, una volta giunti in città, si impadronirono della struttura facendone il loro officier's club. Scoperte le proprietà delle acque e terminata la guerra, vennero siglati primi accordi con Coca-Cola e la struttura venne destinata alla realizzazione della nuova bevanda e dei prodotti Corallo (acqua e bibite). La sala grande, affittata da Oreste Ghinassi, fu invece trasformata in una sala da ballo.

terme del corallo (2)-2

Terme del Corallo oggi, tra progetti di riqualificazione e degrado

La situazione precipitò ulteriormente nel 1968: la Coca-Cola, in quell'anno, inglobò tutta la produzione della ditta Corallo, mentre un grande incendio divampato nel salone delle feste danneggiò gravemente l'intera parte monumentale della struttura. Nei decenni successivi, malgrado più progetti di riqualificazione del complesso, le terme rimasero in uno stato di abbandono, fino ad essere acquisite nel 2009 nel patrimonio comunale. Da allora sono state avviate operazioni di pulizia e di messa in sicurezza del parco, con le Terme del Corallo al centro di numerose iniziative. Si pensi alle visite guidate in notturna oppure al suggestivo spettacolo messo in scena in occasione del centenario della morte di Amedeo Modigliani. Ma i fasti di un tempo, probabilmente, saranno destinati a restare solamente un lontano ricordo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terme del Corallo, c'erano una volta le "Acque della Salute"

LivornoToday è in caricamento