menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos Livorno | Spinelli attacca: "Soci inadempienti, sapevano della situazione debitoria. Ora l'aumento di capitale"

Con un comunicato la SpinInvest, che deteneva il 100% delle quote azionarie, tira in ballo i nuovi proprietari: "Invece che onorare gli impegni presi, chiedono a noi altri soldi. Non spetta a noi il pagamento della fideiussione per il calciomercato"

Sembra destinata a non finire mai la guerra interna al Livorno. Non bastavano i dissapori ormai noti tra Navarra e i soci di Banca Cerea. Adesso anche Aldo Spinelli, detentore del 10% delle quote, alza la voce e, senza usare giri di parole, attacca duramente Navarra e gli altri imprenditori: "Si sono resi inadempienti" le parole dell'ex patron in un comunicato stampa a firma SpinInvest (società della famiglia Spinelli che aveva il 100% delle quote del Livorno). Spinelli prova a chiarire anche la situazione riguardante i debiti: "Tutti erano a conoscenza della situazione economica della società". E sul futuro: "Serve un aumento di capitale". 

Caos Livorno: dentro chi mette i soldi, fuori gli altri

Livorno, Spinelli attacca la nuova proprietà: "Invece che rispettare gli oneri, ci chiede altri soldi"

Di seguito riportiamo integralmente il comunicato a firma SpinInvest: "Contestiamo recisamente le affermazioni non veritiere e ingiuriose che sono state attribuite da diversi quotidiani all'attuale presidente del Livorno calcio e a consulenti dei soggetti che si sono resi acquirenti del 90% delle quote della medesima società, e si riservano ogni conseguente iniziativa giudiziaria. In particolare, la Spininvest e i suoi soci vogliono rimarcare che i suddetti acquirenti e i loro consulenti sono stati resi edotti, anteriormente alla compravendita delle quote del Livorno, della situazione patrimoniale ed economica di tale Società, come risulta dagli atti di cessione e dai documenti agli stessi allegati"

"Sono i suddetti acquirenti a essersi resi inadempienti a obblighi assunti nei confronti della Spininvest. Inoltre, nel ricordare che la cessione delle quote del Livorno è stata determinata dai pressanti e reiterati inviti a farsi da parte rivolti alla Spininvest dal sindaco di Livorno e dalla tifoseria, si rileva come sia paradossale che, all'indomani della cessione, gli acquirenti, anziché farsi carico degli oneri relativi al Livorno, pretendano che la Spininvest continui a contribuirvi". 

"Cessioni giocatori poco comprensibili, non spetta a noi la fideiussione per il calciomercato"

La Spininvest inoltre:

  •  comunica di essere estranea al patto parasociale stipulato tra tutti gli altri soci del Livorno Calcio;
  • dichiara di essere in attesa che i soggetti che compongono il consiglio di amministrazione del Livorno Calcio invitino i soci della stessa, che in tal senso si erano determinati in occasione della cessione delle quote sociali, a deliberare e sottoscrivere un aumento di capitale, ciascuno in proporzione alla propria quota di partecipazione, del Livorno Calcio idoneo a far sì che la Squadra possa, con ambizione, disputare l'intero campionato 2020/2021. 
  • lamenta il depauperamento della società al quale si sta assistendo per decisione dei soggetti che rappresentano il Livorno Calcio, senza che, nel frattempo, i medesimi soggetti abbiano intrapreso e posto in essere le iniziative volte ad adeguatamente sostituire i calciatori, le cui prestazioni, con operazioni poco comprensibili, sono state trasferite a terzi;
  • ricorda che è obbligo dei soggetti che rappresentano il Livorno Calcio, e non della Spininvest, porre in essere tutti gli atti necessari per il conseguimento della fideiussione richiesta dalla Lega Nazionale Professionisti per la sottoscrizione di nuovi contratti con calciatori?". 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ricette locali, le cee alla livornese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento