Campagna abbonamenti Livorno, la chiusura posticipata a venerdì 20 settembre

Oltre tremila le tessere sottoscritte dai supporter amaranto, mille in meno rispetto alla passata stagione. Ma gli ultimi acquisti potrebbero rilanciare le vendite

3125. Questo il numero di tifosi amaranto che avevano già sottoscritto l'abbonamento prima della partita con il Perugia, la prima al Picchi del nuovo campionato di Serie B. Circa mille in meno rispetto alla scorsa stagione, quando furono 4174 i fedelissimi che sottoscrissero la tessera. La campagna abbonamenti, come ricorda il Livorno Calcio, non è però ancora conclusa: ci sarà infatti tempo fino a venerdì 20 settembre per assicurarsi un posto all'Ardenza per sostenere Luci e compagni, chiamati a difendere la categoria e, perché no, a provare a regalare qualcosa in più alla tifoseria.

Calciomercato Livorno, il ds Signorelli: "Soddisfatti, ma l'obiettivo resta la salvezza. Ora serve entusiasmo"

Sì, perché gli ultimi acquisti di mercato, con il Livorno che si è assicurato le prestazioni di Viviani, Marras e Brignola, hanno alzato enormemente il livello qualitativo della rosa a disposizione del tecnico Roberto Breda, suscitando entusiasmo anche tra gli sportivi amaranto. Ecco dunque che la società, in queste settimane, spera di poter vedere aumentare il numero di abbonamenti sottoscritti, riducendo quanto meno il gap rispetto alla passata stagione ed avvicinandosi alla soglia dei 4000. 

LIVORNO DA PLAYOFF DOPO IL CALCIOMERCATO? VOTA IL SONDAGGIO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 43 anni, la Leccia piange Alessio Morelli. Il ricordo di una volontaria Svs: "Un bravo ragazzo"

  • Tragedia alla Leccia, 43enne trovato morto in casa

  • Le cinque migliori pizzerie di Livorno

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Serie B, Livorno-Entella 4-4: partita folle al Picchi, suicidio amaranto

  • Toscana Pride 2020, a Livorno il 20 giugno sfila l'orgoglio Lgbtqia+: "Dobbiamo vivere come persone libere"

Torna su
LivornoToday è in caricamento