Livorno, Spinelli: "Breda esonerato al 51%. Mi piace Filippini, ma non decido io"

Il numero uno amaranto contattato da Telecentro2: "Me ne sbatto dei due anni di contratto, se i miei collaboratori mi diranno di cambiare allenatore lo faremo. Ma prima devono spiegarmi tante cose"

Date ad Aldo Spinelli il tempo di raccontare quello che vuole e alla fine dirà anche la verità. Ovvero, che il destino di Roberto Breda è ormai segnato dopo la sconfitta con il fanalino di coda Trapani. Il numero uno amaranto, contattato nella serata di domenica 24 novembre dalla tv locale Telecentro2, parte a rilento nell'analisi della crisi del Livorno, annuncia il vertice di lunedì a Genova con il figlio Roberto, il dg Milli e il ds Signorelli, e cerca di rimandare una decisione che sembra invece già presa. Parla di sfortuna("Avete visto il colpo di testa di Raicevic? E le parate del portiere del Trapani?"), di scelte da spiegare ("Perché non giocano Bogdan, Gasbarro, Murilo e Braken?") e di ambiente avverso ("Non si devono criticare i nostri giocatori"), ma alla fine va dritto alla questione: "Breda sarà esonerato al 51% - dice il presidente -, ma non sarà una mia decisione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Breda verso l'esonero, Pillon il favorito: le possibili soluzioni

Spinelli: "Tante soluzioni possibili. Personalmente mi piace Filippini, ma non decido io"

Il presidente si lascia andare, è un fiume in piena. "Se i miei collaboratori che gestiscono la società mi diranno che dovremo cambiare l'allenatore, lo faremo - assicura Spinelli -. Sono abituato a prendere le decisioni e assumermi le responsabilità, me ne sbatto i c.....oni se l'allenatore ha due anni di contratto. Nomi? Spero domani me ne facciano più di uno. Tramezzani è uno di questi, ma ce ne sono molti altri. Dipendesse da me prenderei Antonio Filippini, ma non decido io". "E comunque - conclude Spinelli - le colpe non possono essere solo dell'allenatore. Bisogna cambiare mentalità, e diversi giocatori devono tirare fuori le p...e, è impensabile giocare con quella paura addosso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, lo studio: Toscana ultima regione italiana a fermare la diffusione dei contagi

  • Venezia: barche, biciclette e bottiglie sul fondale dei fossi più puliti. Le foto

  • Coronavirus Livorno, 3 morti e 9 nuovi positivi tra città e provincia: il bollettino di sabato 4 aprile

  • Coronavirus Livorno, ecco come richiedere il buono spesa. Salvetti: "Disponibile per il weekend"

  • Coronavirus, traffico di gente in via Cairoli ripreso da un autista "sceriffo". Video

Torna su
LivornoToday è in caricamento