Livorno: il profilo di Federico Viviani, un faro per il centrocampo amaranto. Video

Il giocatore, prelevato in prestito dalla Spal, può vantare una lunga esperienza in Serie A. A lui il compito di far compiere il salto di qualità alla formazione di Roberto Breda

SPECIALE CALCIOMERCATO: ACQUISTI, CESSIONI E PROFILI DEI NUOVI GIOCATORI. VIDEO

È uno dei colpi messi a segno dal Livorno nell'ultima giornata di mercato, colui che sarà chiamato ad essere il faro della formazione di Roberto Breda: stiamo parlando di Federico Viviani, centrocampista classe 1992 prelevato in prestito dalla Spal. Uno di quegli acquisti che, come direbbe qualcuno, sposta gli equilibri. Già, perché Viviani, in Serie B, è uno di quei giocatori in grado di fare la differenza: tecnica sopraffina, piede educatissimo, bravissimo nel calciare le punizioni e nello sfornare assist ai compagni. L'ex biancazzurro, semplicemente, è fra i migliori centrocampisti della categoria.

Dalle giovanili della Roma, alla serie A: la carriera di Federico Viviani

A parlare, per lui, è la sua carriera (i dettagli nella grafica di transfmarkt.it). Cresciuto nelle giovanili della Roma, con i giallorossi debutta in prima squadra a soli diciannove anni, trovando prima spazio nei playoff di Europa League e poi in campionato e in Coppa Italia, collezionando complessivamente 9 presenze nella sua prima stagione in prima squadra. Negli anni seguenti, guidato dal desiderio di accumulare esperienza, decide di scendere in Serie B, trovando spazio prima a Padova (22 presenze e 2 reti), poi a Pescara (6 presenze e 2 reti nella prima parte della stagione 2013/2014) ed infine a Latina.

La carriera di Federico Viviani-2

Ed è proprio con i nerazzurri che il centrocampista esplode. Prima trascina i laziali fino a una storica finale playoff con le sue 17 presenze e 3 reti nella seconda metà del torneo 2013/2014, poi si erge a protagonista assoluto l'anno seguente, realizzando ben 8 reti in 31 apparizioni. Ecco così che per Viviani, inevitabilmente, si riaprono le porte della A, dove ad accoglierlo c'è il Verona. Con gli scaligeri colleziona 19 presenze arricchite da 3 gol, prima di passare al Bologna (17 presenze e 2 reti) e alla Spal (29 presenze e 3 reti). Leonardo Semplici, tecnico degli estensi, dirà di lui: "Mancini (commissario tecnico della Nazionale, ndr) non ha certo bisogno dei miei consigli, ma fossi in lui terrei in considerazione Viviani".

Calciomercato Livorno, Signorelli: "Soddisfatti, ma l'obiettivo resta la salvezza"

L'ultima stagione, per lui, è la più complicata: nessuna apparizione con gli estensi nel segmento iniziale di torneo (condizionato da un problema al polpaccio), prima di essere ceduto in prestito al Frosinone, formazione con la quale colleziona 5 presenze. E adesso, dopo quattro stagioni, il ritorno in Serie B: un momentaneo passo indietro per tornare a spiccare il volo, senza non aver però prima trascinato il Livorno verso la salvezza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Spezia-Livorno, scontri con la polizia: rischio daspo per 23 tifosi amaranto

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • A scuola di livornese: origine, significato e funzioni del dé

  • Da Hollywood a Livorno, Stanley Tucci tra i banconi del Mercato Centrale

  • Esercito, polizia e vigili del fuoco in via Terrazzini: strada chiusa, ma è un falso allarme

Torna su
LivornoToday è in caricamento