"Il bambino Nascosto", allo Scoglio della Ballerina e al Varco Darsena Toscana il set del film di Roberto Andò

Il regista siciliano girerà in città mercoledì 21 e giovedì 22 ottobre: nel cast anche Silvio Orlando

La prima produzione che torna a Livorno per girare alcune scene di un film in era Covid è la Bibi Film che, mercoledì 21 e giovedì 22 ottobre, sarà in città per due giorni di riprese. Il film è "Il bambino nascosto"  - coprodotto con Rai Cinema e Agathe Film -, dietro la macchina da presa ci sarà il regista Roberto Andò, cineasta siciliano anche autore del romanzo da cui è tratta la pellicola, mentre tra i protagonisti figurano Silvio Orlando, Roberto Herlitzka e Lino Musella. Le zone della città che saranno set delle riprese sono lo Scoglio della ballerina e il Varco della Darsena Toscana.

"La scelta è ricaduta su Livorno - spiega il location manager Domenico Rosa - vista l'impossibilità di girare in Francia, così come inizialmente previsto dalla produzione, a causa delle stringenti normative anticovid. La richiesta di autorizzazione alla Livorno Film Commission è arrivata solo un paio di giorni fa e gli uffici hanno lavorato in maniera eccellente perché fosse tutto pronto in poche ore". 

film il bambino nascosto-2
(foto filmitalia.org)

La trama - Gabriele Santoro, professore di pianoforte al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, ha l'abitudine di radersi declamando una poesia. Una mattina, il postino suona al citofono per consegnare un pacco, lui apre la porta e, prima di accoglierlo, corre a lavarsi la faccia. In quel breve lasso di tempo, un bambino di dieci anni si intrufola nel suo appartamento. Il maestro - così lo chiamano nel problematico quartiere di Forcella dove abita - se ne accorgerà solo a tarda sera, quando riconosce nell'intruso Ciro, il figlio dei vicini di casa. Interrogato sul perché della sua fuga, Ciro non parla. Il maestro di piano, d'istinto, accetta comunque di nasconderlo: Gabriele e il bambino sanno di essere in pericolo ma approfittano della loro reclusione forzata per conoscersi e riconoscersi.

Il bambino è figlio di un camorrista, viene da un mondo criminale che lascia poco spazio ai sentimenti, e ora un gesto avventato rischia di condannarlo. Il maestro di pianoforte è un uomo silenzioso, colto, un uomo di passioni nascoste. Toccherà a lui l'educazione affettiva del piccolo ribelle. Una partita rischiosa nella quale si getterà senza freni sfidando i nemici di Ciro, sino a un esito imprevedibile in cui a tornare saranno i conti tra la legge e la vita. (Dal sito di La nave di Teseo, casa editrice del romazo).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

Torna su
LivornoToday è in caricamento