Attualità

Freddo e rischio neve, termosifoni accesi per 18 ore al giorno: l'ordinanza del sindaco

Temperature rigidissime, il Comune consente l'accensione dei riscaldamenti oltre il limite previsto fino alla prossima domenica 21 febbraio

freddo

Da venerdì 12 a domenica 21 febbraio sarà possibile a Livorno tenere i riscaldamenti accesi per 18 ore al giorno anziché le 12 stabilite per legge. Il sindaco Luca Salvetti ha infatti firmato un'ordinanza che autorizza il prolungamento dell'orario di accensione degli impianti termici in previsione dell'ondata di freddo polare in arrivo sulla città da oggi e che manterrà le temperature sotto la media stagionale per tutta la prossima settimana.

Allerta meteo a Livorno per venerdì 12 febbraio, codice giallo per neve e vento 

L'ordinanza firmata dal sindaco tiene anche conto di varie circostanze legate all'attuale contesto sanitario, quali il ricorso a frequenti ricambi di aria consigliato negli ambienti chiusi per mitigare il rischio di contagio, che di fatto determina una riduzione delle temperature dei locali, e l'utilizzo diffuso del lavoro agile, che comporta un tempo maggiore trascorso all'interno delle proprie abitazioni.

L'amministrazione comunale invita comunque la cittadinanza a perseguire con oculatezza ogni possibile provvedimento atto al contenimento dei consumi energetici, compresa la riduzione delle ore di accensione in caso di eventuale miglioramento delle condizioni climatiche, ricordando l'obbligo di legge di non superare la temperatura di 18 gradi (più 2 di tolleranza) per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili, e di 20 gradi (più 2 di tolleranza) per tutti gli altri edifici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freddo e rischio neve, termosifoni accesi per 18 ore al giorno: l'ordinanza del sindaco

LivornoToday è in caricamento