Potassio: benefici e in quali alimenti trovarlo

Minerale essenziale per il nostro organismo, partecipa allo svolgimento di numerose funzioni biologiche

Tra i minerali più importanti per il corretto funzionamento del nostro organismo vi è il potassio, presente in quantità variabile negli alimenti, con frutta, legumi e verdure che ne sono particolarmente ricchi. Numerose sono le sue proprietà benefiche, dalla riduzione della ritenzione idrica alla coordinazione della trasmissione nervosa, aiutando inoltre a mantenere un'adeguata pressione arteriosa.

Dove si trova il potassio

Il potassio è presente praticamente in ogni alimento, in particolar modo in quelli di origine vegetale. Poiché si tratta di un minerale essenziale, deve essere assunto quotidianamente in certe quantità, in quanto il nostro organismo non è in grado di sintetizzarlo. 

Questi sono i principali alimenti al cui interno è presente una ricca quantità di potassio:

  • Crusca di grano
  • Fichi secchi
  • Ceci secchi
  • Albicocche disidratate
  • Fagioli
  • Noci
  • Patate
  • Spinaci
  • Valeriana
  • Avocado
  • Kiwi
  • Cavoletti di Bruxelles
  • Banane

Il potassio può essere inoltre assunto anche sotto forma di integratori naturali alimentari o fitoterapici, che svolgono un'importante funzione nella ritenzione idrica e nella prevenzione dei calcoli renali.

Come combattere il caldo in macchina: trucchi e consigli

Fabbisogno di potassio

La quantità di potassio giornaliera di cui ha bisogno un individuo varia in base al sesso e all'età, aggirandosi attorno ai 3 g al giorno per un adulto. Il suo contenuto corporeo totale varia da persona a persona, trovandosi soprattutto nelle fibre muscolari scheletriche: di conseguenza, sarà maggiormente presente nei soggetti con un buon tenore muscolare rispetto a quelli in forte sottopeso od obesi.

Benefici del potassio

Il potassio svolge diverse funzioni biologiche: partecipa alla contrazione muscolare (compresa quella del muscolo cardiaco) e alla regolazione dell'equilibrio dei fluidi e dei minerali, aiuta a mantenere la pressione nella norma attenuando gli effetti del sodio, riduce il rischio di calcoli renali frequenti e contrasta la fragilità ossea. Inoltre dona energia e combatte ansia, insonnia e ritenzione idrica.

Carenza di potassio

In caso di alimentazione corretta ed equilibrata, difficilmente può insorgere una carenza di potassio. Tuttavia si possono verificare diverse situazioni che determinano una riduzione importante della sua quantità all'interno del nostro organismo.

Tra queste troviamo:

  • patologie dell'apparato digerente, in cui si verifica il protrarsi nel tempo di vomito e/o diarrea;
  • esercizio fisico praticato in modo intensivo per molte ore al giorno;
  • patologie dell'apparato renale;
  • diabete;
  • abuso di lassativi o corticosteroidi;
  • il digiuno prolungato, la grave malnutrizione o la disidratazione acuta;
  • un regime dietetico povero di frutta e verdura;
  • un grosso consumo di caffè o alcool, in quanto alimenti in grado di favorire l'eliminazione di questo minerale dall'organismo.

I sintomi più comuni di una carenza di potassio sono stanchezza, confusione mentale, riduzione dell'attenzione, ansia, torpore, ipotonia, fino ad arrivare, nei casi più gravi, ad alterazioni della motilità intestinale e del ritmo cardiaco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo a Livorno per venerdì 15 novembre: previsti temporali e forte vento

  • Maltempo, monitorate strade e corsi d'acqua. Salvetti: "Quadro impegnativo ma sotto controllo"

  • Maltempo, codice rosso per rischio idraulico: scuole chiuse a Livorno, Cecina e Collesalvetti

  • Maltempo: fiume Cecina in piena, evacuate 500 persone. Lippi: "Abbandonati da Governo e Regione"

  • Muore al casello di Rosignano, il cordoglio dei colleghi e della questura per il poliziotto autista

  • Rosignano, muore a 57 anni schiantandosi contro il casello autostradale

Torna su
LivornoToday è in caricamento