menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buoni spesa, i requisiti per accedere ai nuovi aiuti alimentari: come fare domanda

Le richieste potranno essere inviate fino alle 18 di giovedì 10 dicembre. Per accedere in graduatoria conteranno l'Isee o il reddito complessivo lordo annuale

È stato pubblicato oggi, giovedì 3 novembre, sul sito del Comune di Livorno il bando per accedere ai nuovi buoni spesa messi a disposizione dei cittadini livornesi. In totale si tratta di 800mila euro che andranno a 4mila famiglie bisognose. La procedura di richiesta potrà essere svolta solo online in modalità accessibile anche da smartphone. Per presentare le domande ci sarà tempo fino alle 18 di giovedì 10 dicembre. Per poter usufuire dei nuovi aiuti alimentari conteranno l'Isee o il reddito complessivo lordo annuale. Una volta assegnati, i buoni saranno inviati direttamente a casa evitando file e assembramenti per il ritiro e potranno essere spesi appunto per alimenti, generi di prima necessità, cura della persona e prodotti per l’infanzia. I beneficiari potranno utilizzare i buoni spesa entro e non oltre il 6 gennaio 2021.

Buoni spesa, come fare domanda

La domanda può essere presentata attraverso la  procedura online a cui si può accedere da questo link:  www.comune.livorno.it/DomandaBuoniSpesa/index.asp Al termine della procedura il sistema rilascerà una ricevuta con un numero progressivo. Per informazionicovid19@comune.livorno.it oppure telefonare ai numeri: 0586.82.41.18 - 82.41.86- 82.40.06 - 82.41.10- 82.41.21. 

I requisiti per accedere ai buoni spesa

I beneficiari sono individuati tra i nuclei familiari residenti, nel comune di Livorno più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza covid-19 e tra quelli in stato di bisogno. Nello specifico:

  • Nuclei familiari con Isee inferiore a 6.500 euro; 

Oppure

  • Nuclei familiari con reddito complessivo lordo annuale (riferito al 2019) inferiore a 40mila (per nuclei con meno di 3 componenti) od inferiore a 60mila euro (per nuclei con più di 3 componenti) nei quali almeno uno dei componenti si trova in una delle seguenti condizioni: 
    • ha perso il lavoro;
    • ha sospeso per più mesi o chiuso l'attività;
    • ha lavori intermittenti resi critici dalle attuali oscillazioni del mercato; 
    • ha subito sostanziali riduzioni del reddito per forzata riduzione dell'orario di lavoro e/o del fatturato per cause indipendenti dalla sua volontà. 

Il buono spesa è commisurato ai componenti del nucleo familiare, secondo i seguenti importi:

  • 100 euro per i nuclei familiari unipersonali; 
  • 200 euro per i nuclei familiari con 2 componenti; 
  • 300 euro per i nuclei familiari con più di 2 persone.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festival di Sanremo, Ibrahimovic in ritardo alla terza serata: "Bloccato in autostrada, accompagnato da un motociclista diretto a Livorno". Video

Attualità

Ultimo concerto, il grido disperato dei Live Club sul palco del Festival di Sanremo: "Senza di noi le città sono più brutte e vuote"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento