Canile comunale, adozioni aumentate nei sei mesi di apertura de "La cuccia nel bosco"

Ventuno dei ventinove cani passati da Vallin Buio hanno trovato una nuova casa. Camici: "La struttura non è un luogo di detenzione dei cani ricoverati, ma una dimora temporanea"

Sono passati sei mesi dall'apertura del canile "La cuccia nel bosco" a Vallin del Buio e, fanno sapere dal Comune di Livorno, i numeri raccontano la storia di un successo. "La struttura di Vallin del Buio si conferma una struttura attiva, non un luogo di detenzione finale dei cani ricoverati, ma piuttosto una dimora temporanea di preparazione all’adozione", sostiene la vicesindaco Libera Camici. Nel periodo che va dal 9 gennaio scorso a oggi sono passati dalla "Cuccia nel bosco" 29 cani senza proprietario e 21 di questi sono già stati adottati. "Un bel risultato - commenta ancora la vicesindaco - frutto della collaborazione di un pool di soggetti coinvolti nella gestione, che concorrono all'obiettivo finale di ridurre il più possibile i tempi di permanenza dei cani ospitati e di trovare per loro una nuova famiglia. Il canile oggi si sta rivelando una struttura dinamica, non solo luogo di ricovero per cani abbandonati e maltrattati, ma un luogo deputato alla cultura dell'animale dove si impara ad accudirlo e rispettarlo".

Inaugurato il nuovo canile comunale, ospiterà 80 animali. Salvetti: "Atto doveroso per una società civile"

Dimezzato il numero di cani ospiti grazie al censimento e alla schedatura sanitaria

Il segreto del successo, secondo l'amministrazione comunale, starebbe infatti nella "collaborazione tra l'Ufficio Tutela Animale, che fa capo alla Polizia Municipale, il direttore sanitario, i volontari, in particolare l'associazione senza scopo di lucro Ata-Pc che si prende cura quotidianamente dei cani, e i canili convenzionati che hanno dimostrato, pur nella difficoltà dovuta alla presenza di cani adulti o anziani, un grande impegno nel reperire padroni in grado di assicurare un'adozione duratura". Complessivamente i cani in custodia oggi al Comune di Livorno sono 42, numero che è sceso gradualmente nel corso di questi anni, dagli 84 nel giugno 2018 ai 76 nel settembre dello stesso anno; poi un vero e proprio dimezzamento si è registrato dal giugno 2019  quando è stato introdotto il censimento e la schedatura sanitaria, oltre a una costante campagna sulle adozioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Coronavirus: 169 positivi tra Livorno e provincia, 2.508 in Toscana, ma crolla la percentuale rispetto ai tamponi. Il bollettino di mercoledì 18 novembre

  • Livorno, il presidente Heller: "Pagamenti in regola grazie a Carrano ed Aimo. Navarra, Ferretti e Spinelli? Non pervenuti"

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Natale 2020, luminarie in tutta la città a spese del Comune. E sulla Fortezza Nuova compare la scritta "Riparti Livorno"

Torna su
LivornoToday è in caricamento