rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca

Caporalato in Val di Cornia, il sindaco di Campiglia Marittima: "Grave e inaccettabile"

Dopo l'operazione della Finanza, che ha scoperto centinaia di lavoratori "in condizioni di sfruttamento", è intervenuta Alberta Ticciati: "Quest'immagine dell'Orto della Toscana non ci rappresenta"

"Dispiacere, disagio, rabbia". Sono queste le parole che utilizza il sindaco di Campiglia Marittima, Alberta Ticciati, a seguito di quanto emerso dall'operazione della guardia di finanza che nella giornata di mercoledì scorso, 4 maggio, ha portato alla denuncia di tre imprenditori agricoli. Secondo le fiamme gialle, infatti, "avrebbero sfruttato centinaia di lavoratori" tra Livorno e Grosseto. "Come territorio - ha proseguito il primo cittadino dalla sua pagina Facebook - siamo stati ancora una volta alla ribalta regionale per qualcosa di grave e inaccettabile. È uscita un'immagine de 'l'orto della Toscana' che non ci rappresenta! A fronte di una famiglia di imprenditori che ha scelto la strada pericolosa - ha aggiunto -, sbagliata e assolutamente non giustificabile dello sfruttamento, esistono centinaia di aziende serie, corrette che con grande fatica cercano di portare avanti la loro attività producendo benessere, tutela, lavoro".

Nella provincia di Livorno, ha evidenziato Ticciati, ci sono circa 2.700 aziende. "Il 40% - ha evidenziato - sono in Val di Cornia, di questo 40% la maggior parte sono a Campiglia, dove si possono stimare circa 400 aziende. Per loro, per le loro famiglie, per l'impegno che questo territorio sta mettendo per alzare l'asticella della qualità della vita, per il miglioramento della nostra società, sia in termini economici che socio culturali, non possiamo permetterci che sia questa l'immagine che passa! Per questa ragione nei prossimi giorni organizzeremo un'iniziativa con la Regione, con le associazioni di categoria, invitando tutte le aziende del territorio per gridare con forza che le istituzioni ci sono e - ha concluso - sono dalla parte di tutti gli agricoltori che hanno contribuito a rendere il nostro comune ciò che è oggi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caporalato in Val di Cornia, il sindaco di Campiglia Marittima: "Grave e inaccettabile"

LivornoToday è in caricamento