Coronavirus Livorno, sanzionato dalla municipale un bar aperto oltre le 18

Primo provvedimento per chi non rispetta le misure imposte dal Dpcm del 9 marzo. Sul lungomare un gruppo di militari, che si stava allenando, è stato fatto rientrare in caserma

Il sindaco, in un post di Facebook di ieri mercoledì 11 marzo, aveva annunciato l'arrivo delle prime sanzioni per chi non avesse rispettato le misure del Dpcm del 9 marzo. E così è stato. Nella tarda serata infatti è arrivata la prima multa da parte della polizia municipale nei confronti di un bar del centro che alle 20.45 era ancora aperto non rispettando l'orario di chiusura delle 18 imposto dal decreto firmato da Conte. "Da oggi - le parole di Salvetti - saranno sanzionati tutti quelli che non si attengono alle norme stabilite dal Governo. Per l'ennesima volta invito tutti i cittadini a non riunirsi in assembramenti e a uscire soltanto per lavoro, per acquistare generi alimentari e farmaceutici e per situazioni di necessità". Il sindaco prova a tranquillizzare i propri cittadini che, in queste ore, si stanno recando in massa nei supermercati: "Gli approvvigionamenti non mancano e non mancheranno mai". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, fatto rientrare in caserma un gruppo di militari che correva sul lungomare

Nella mattina del 12 marzo, su Facebook è girato un video dove si vedevano alcuni militari correre sul lungomare. Poco dopo un signore li ha insultati in quanto, a suo dire, non stavano rispettando quanto scritto nel decreto del 9 marzo. I soldati, che stavano rispettando le regole sulla distanza di sicurezza e non stavano infrangendo alcun divieto, per evitare il sorgere di problemi o discussioni sono stati fatti rientrare in caserma poco dopo. Su quanto accaduto è intervenuto l'onorevole Nicola Fratoianni (Leu): "Quanto accaduto, al di là delle motivazioni, lo ritengo sbagliato e una scelta irresponsabile. Chiedo al ministri Guerini e Lamorgese di fare chiarezza, di assumere provvedimenti nei confronti di questi irresponsabili e di chi glielo ha permesso o ordinato di fare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi rissa in via del Pelaghi, calci e pugni fuori da un locale con lanci di bottiglie e bidoni della spazzatura

  • Tragedia in Fi-Pi-Li, livornese muore a 22 anni dopo lo schianto in moto

  • Coronavirus: un contagio a Livorno, altri 8 nuovi positivi in Toscana. Il bollettino di domenica 2 agosto

  • Previsioni meteo, in arrivo vento, pioggia e temporali: lunedì 3 agosto codice giallo in Toscana

  • Coronavirus: due nuovi casi a Livorno, altri 9 positivi e un morto in Toscana. Il bollettino di martedì 4 agosto

  • Coronavirus: zero contagi a Livorno, 6 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 1 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento