Coronavirus Rosignano, la Crosa anticiperà l'indennità ai lavoratori in cassa integrazione

L'azienda in un primo momento si era rifiutata, decisivi lo sciopero dei dipendenti e l'intervento dei sindacati: "Nessuno rimarrà senza stipendio"

I lavoratori Crosa dei cantieri di Livorno (Masol e Solvay Solutions) e Rosignano (Ineos) hanno raggiunto l'accordo con l'azienda che pagherà loro in anticipo la cassa integrazione per far fronte all'emergenza Coronavirus. La notizia è stata annunciata, nel pomeriggio di ieri, lunedì 6 aprile, dalla Fiom Livorno. L'azienda, in primo momento, si era rifiutata di anticipare l'indennità e per questo i suoi dipendenti avevano iniziato uno sciopero a oltranza.

La ditta, a questo punto, ha iniziato un confronto serrato con la Fiom provinciale che si è concluso con la firma dell'accordo: "Nessuno rimarrà senza stipendio - esulta il sindacato -. Ringraziamo tutti i lavoratori e la Rsu per l’impegno messo in campo per arrivare a questo risultato e allo stesso tempo ringraziamo i compagni della Filctem-Cgil delle aziende Solvay Solutions e Ineos che sono stati a sostegno della lotta degli operai". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, società latitante: dei soldi nessuna traccia e i giocatori se ne vanno

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Natale 2020, luminarie in tutta la città a spese del Comune. E sulla Fortezza Nuova compare la scritta "Riparti Livorno"

  • Coronavirus: 115 positivi e 2 morti tra Livorno e provincia, 1.929 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di domenica 22 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento