rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Coronavirus, allarme truffe. Cri: "Falsi volontari propongono test a domicilio, avvertite le forze dell'ordine"

La denuncia della Croce rossa italiana: "Non sono previsti screening porta a porta. Fate attenzione e segnalate le chiamate alle autorità competenti"

Il Coronavirus, in italia, ha già mietuto sette vittime, l'ultima una 62enne all'ospedale di Como. I contagiati nel nostro Paese sono oltre 200 e molte Regioni si stanno attrezzando per cercare di ridurre al minimo i contatti con casi accertati. Anche la Toscana ha emanato una serie di direttive che tutti i Comuni devono osservare a partire dal segnalare tutti i casi di rientro dalle cosiddette "zone rosse".

Purtroppo c'è anche chi, da una situazione grave come questa, cerca di guadagnare approfittandosi delle persone più deboli. Sono in aumento infatti le truffe del "finto tampone" nelle quali finti addetti dell'Asl (o di altre organizzazioni di volontariato) si presentano a casa di anziani fingendo di dover fare loro un tampone per constatare la positività o meno al Coronavirus e, nel mentre, un complice ruba tutto quello che può. 

Coronavirus: Amuchina, mascherine e gel disinfettanti esauriti anche a Livorno 

Coronavirus, allarme truffe: "Non esistono screening porta a porta"

La Croce Rossa Italiana mette in guardia tutta la cittadinanza dai possibili truffatori: "Non esistono volontari che propongono test domiciliari sul Coronavirus -. Non è stato disposto alcun tipo di screening porta a porta e, proprio per questo, invitiamo la popolazione a fare attenzione e a segnalare eventuali casi sospetti alle autorità competenti". 

Coronavirus: sintomi, modalità di trasmissione e prevenzione

Qualora una persona presenti i sintomi e volesse richiedere un tampone per effettuare il test, deve seguire le direttive emanate dalla Regione e dalla Asl: "Si raccomanda a tutte le persone che manifestano sintomi influenzali di consultarsi con il proprio medico curante. Inoltre è attivo un numero di telefono, 050-954444, per la segnalazione di contatti con eventuali casi confermati di Covid-19 e rientri dalle aree a rischio negli ultimi 14 giorni. Per informazioni e chiarimenti si può far riferimento al numero verde istituito dalla Regione: 800.556060 oppure al numero verde istituito dal Ministero: 1500, attivo 24 ore su 24". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, allarme truffe. Cri: "Falsi volontari propongono test a domicilio, avvertite le forze dell'ordine"

LivornoToday è in caricamento