Venerdì, 14 Maggio 2021
Incidenti stradali

Tragedia a Cecina, muore a 64 anni investito sulle strisce pedonali da un'auto pirata

La vettura non si è fermata a prestare soccorso all'uomo, deceduto sul posto. I carabinieri stanno cercando una macchina bianca

+++AGGIORNAMENTO DEL 4 GENNAIO: arrestato un 23enne cecinese con l'accusa di omicidio stradale+++

È caccia all'auto pirata che, nel tardo pomeriggio di ieri domenica 3 gennaio, ha investito e ucciso un 64enne, Falvio Cresci, a Cecina in viale della Repubblica, lungo la strada che collega il comune livornese a Marina di Cecina. Secondo quanto riportato dall'Ansa, la vettura, presumibilmente di colore bianco, stava viaggiando a forte velocità e non avrebbe fatto in tempo ad evitare l'uomo che stava attraversando sulle strisce pedonali.

Il conducente, fanno sapere gli investigatori, invece che fermarsi per soccorrere la vittima, deceduta sul colpo e sbalzata a diversi metri dall'impatto in un fosso, è fuggito facendo perdere le proprie tracce. Sul posto, oltre al medico del 118 che non ha potuto far altro che constatare il decesso del 64enne, sono intervenute la polizia municipale per i rilievi del caso e i carabinieri che hanno subito iniziato le ricerche dell'auto pirata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Cecina, muore a 64 anni investito sulle strisce pedonali da un'auto pirata

LivornoToday è in caricamento