Ex Lonzi-Metalli, accordo tra Comune e Regione: via alla rimozione di 3mila tonnellate di rifiuti

Le operazioni cominceranno entro settembre. La soddisfazione dell'amministrazione: "Un passo importante per mettere in sicurezza una vera e propria emergenza ambientale che ha funestato il nostro territorio"

Inizierà entro settembre la rimozione di circa 3mila tonnellate di rifiuti (su un totale di 7.800) dall'impianto della ex Lonzi Metalli, rimasti nelle aree della società di via del Limone dopo il suo fallimento e la chiusura. L'importante accordo è stato siglato dal Comune di Livorno con la regione Toscana. I rifiuti che verranno tolti, fanno sapere dall'amministrazione, sono sia quelli urbani, che non richiedono analisi per la loro classificazione che il percolato delle acque di dilavamento che invece richiede controlli più approfonditi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel febbraio scorso -  si legge nella nota inviata da palazzo civico -, dopo il fallimento della Lonzi, la Regione aveva revocato l'Autorizzazione integrata ambientale (Aia) e intimato alla società di allontanare in tempi brevi i rifiuti dall'impianto. Vista l'inerzia della ex Lonzi, la Toscana ha messo in atto le procedure per affidare a terzi l'esecuzione della rimozione dei rifiuti. Durante l'intervento di messa in sicurezza d'emergenza dell'impianto, Arpat ha sollecitato la rimozione, in tempi brevi, di varie tonnellate di rifiuti e il Comune ha messo a disposizione 250mila euro per la loro rimozione, comprensiva della redazione preventiva di uno specifico piano, verificato dalla Regione stessa e da Arpat, con l'affidamento dell'operazione a un soggetto specializzato (Aamps, ndr). Parallelamente - conclude il comunicato dell'amministrazione -  la Regione ha avviato la procedura in danno alla ex Lonzi Metalli, con eventuale messa in riscossione, qualora le spese di questa operazione non fossero coperte dalla fideiussione che la società di via del Limone aveva messo a garanzia della Regione stessa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rosignano, tromba d'aria scoperchia case e devasta il Circolo Canottieri: diversi feriti. Video

  • Caos Livorno, il fallimento non aspetta il tribunale: la vergognosa realtà di una società fantasma

  • Caos Livorno, Spinelli attacca: "Cacciato da tifosi e stampa. Tornerò nel calcio, ma non qui"

  • Iti Galilei, anche un insegnante positivo al Coronavirus: quarantena per 200 persone

  • Caos Livorno | Navarra chiede il 34%, i soci respingono l'offerta. Banca Cerea: "Troveranno un accordo". Ma la pazienza è finita

  • Serie C, Albinoleffe-Livorno in diretta. Live

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento