Mostra Modigliani, residenti in rivolta contro la chiusura di piazza del Luogo Pio

Gli abitanti della Venezia contrari sulla decisione dell'amministrazione di togliere i parcheggi per pedonalizzare tutta l'area: "Pronti a fare le barricate"

"Siamo favorevoli alla mostra su Modigliani, ma non togliete i parcheggi da piazza del Luogo Pio altrimenti non farete altro che aumentare i nostri disagi". Non hanno usato tanti giri di parole i residenti della Venezia nell'incontro andato in scena alla Bottega del Caffè, al quale erano presenti sia il sindaco Luca Salvetti che l'assessore alla Mobilità Giovanna Cepparello, durante il quale sono state presentate le modifiche alla viabilità in occasione dell'esposizione in onore dell'artista livornese. La volontà dell'amministrazione è quella di trasformare la piazza in un'area pedonale non solo durante l'esposizione, ma in maniera definitiva togliendo di fatto circa 150 parcheggi ai veneziani.

Una decisione che ha scatenato violente proteste durante il dibattito, i cui toni non sono stati cordiali. I residenti inoltre si sono lamentati che le principali migliorie al quartiere verranno fatte dal punto di vista del decoro urbano, ma non della sicurezza dal momento che "c'è paura la sera a tornare a casa da soli visto il via vai di gente poco raccomandabile che gira da queste parti". 

incontro venezia residenti parcheggi piazza del luogo pio  (1)-2

Salvetti: "La mostra ha bisogno di un luogo adeguato e per questo vanno eliminate le macchine"

Il sindaco ha provato a spiegare i motivi che porteranno alla chiusura di piazza del Luogo Pio: "Una mostra come questa ha bisogno di un luogo adeguato e per farlo occorre liberare dalle auto lo spazio attorno al Museo della Città. Ai residenti verrà dedicato il parcheggio di Santa Trinita, ma stiamo anche valutando di aprire e sistemare l'area che si trova tra la ferrovia e il muro di cinta, dove all'incirca entrano 250 auto. Un'altra soluzione che prenderemo in considerazione è quella dell'area degli ex Macelli, anche se ci sono problematiche perché al suo interno ci sono delle strutture pericolanti". 

incontro venezia residenti parcheggi piazza del luogo pio  (4)-2

Cepparello: "Renderemo la Venezia un quartiere migliore"

Alle parole del sindaco, hanno fatto eco quelle dell'assessore: "Abbiamo in mente delle migliorie da apportare, a partire dal decoro urbano e alla pulizia. Grazie a un accordo con Aamps ci sarà un servizio supplementare di pulizia sul quartiere, inoltre abbiamo chiesto ad Asa l'installazione di una fontanella di alta qualità, dato che il quartiere ne è sprovvisto, per tentare di far diventare la zona plastic free. Infine, una delle novità più importanti riguarda la polizia municipale che, durante il periodo della mostra, sarà più vicina alla Venezia visto che in quei mesi diventerà l'ombelico della città".

incontro venezia residenti parcheggi piazza del luogo pio  (5)-2

I residenti: "L'amministrazione pensi alla sicurezza invece che a togliere parcheggi"

Sergio, un residente storico della Venezia, ha subito messo in chiaro la situazione: "Tutto l'anno subiamo passivamente movida, alcolisti e drogati ogni singola notte. Ci sentiamo abbandonati dalle forze dell'ordine e dalle istituzioni, soprattutto dal Comune. Avete creato un ghetto e per voi i veneziani non sono livornesi, ma persone che devono subire violenze, prepotenze e divieti dalla mattina alla sera. Con le persone che girano nella zona non credo che l'assessore Cepparello se la sentirebbe di tornare a casa a piedi dal parcheggio di Santa Trinita. Siamo pronti a combattere perché non potete continuare a trattarci così e non vi permetteremo di toglierci i posti auto che per noi sono vitali". 

Piazza del Luogo Pio

"Se chiudete piazza del Luogo Pio faremo le barricate"

I residenti non hanno intenzione di fare passi indietro e lo hanno detto chiaramente sia al sindaco che all'assessore: "Non pensate di pedonalizzare la piazza per sempre - hanno commentato durante il dibattito - altrimenti vi faremo le barricate e poi vedremo come andrà a finire. È giusto voler riqualificare la zona, ma non si può pensare di iniziare a farlo togliendo posti auto. Ci sono altre priorità, come la sicurezza e i pochi controlli che vengono fatti dalle forze dell'ordine. Vogliamo sottolineare come siamo felici della mostra, che tuttavia non deve trasformarsi in una limitazione per noi perché se levate i parcheggi i nostri disagi non faranno altro che aumentare. Le richieste che facciamo al Comune sono ben chiare: maggiore illuminazione, più controlli delle forze dell'rodine specie dal giovedì al sabato per evitare risse e situazioni critiche che spesso si vengono a creare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato topo in una trappola, l'Asl chiude il laboratorio di pasticceria Piccoli Piaceri

  • Renato Zero ringrazia i livornesi: "Dé, mi avete fatto sentire a casa"

  • Trovato in overdose nel bagno di un locale, 30enne salvato dal medico del 118

  • Chiude l'Oviesse alle Fonti del Corallo. Il sindacato: "Lavoratrici ricollocate in altri punti vendita"

  • Terremoto di magnitudo 4,5 in Toscana, la scossa avvertita anche a Livorno

  • Viale del Risorgimento, auto investe madre e figlio: grave 35enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento