Cronaca

Coronavirus, seconde case vietate a chi viene da fuori Toscana: l'ordinanza firmata da Giani

La nuova misura in vigore fino all'11 aprile. Il governatore: "È opportuno non aumentare la densità della popolazione nelle nostre località"

In occasione delle vacanze pasquali, il presidente della Regione, Eugenio Giani, ha firmato un'ordinanza (qui il testo completo) che regola gli spostamenti nelle seconde case al fine di limitare il più possibile gli spostamenti. Quanto stabilito è frutto anche della sospensione, da parte del Tar, della precedente ordinanza che consentiva di raggiungere altre abitazioni solo a chi avesse in Toscana il proprio medico di famiglia.  "La nuova misura - commenta Giani - sarà in vigore dal 20 marzo all'11 aprile. In un momento così delicato non è opportuno aumentare la densità della popolazione nelle località dove si concentrano molte seconde case".

Coronavirus, i comuni della Toscana in zona rossa fino al 28 marzo

L'ordinanza stabilisce che l'ingresso in Toscana per recarsi nelle seconde case da parte di persone non residenti è consentito solo in presenza di motivi di salute, di lavoro, di studio oppure per comprovate e gravi situazioni di necessità e/o di indifferibilità documentata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, seconde case vietate a chi viene da fuori Toscana: l'ordinanza firmata da Giani

LivornoToday è in caricamento