Cronaca Borgo / Scali Manzoni

Stalli blu in Borgo, la giunta pronta alla retromarcia: parcheggi a lisca di pesce

Dopo le proteste dei cittadini, l'amministrazione valuta di rivedere i posti auto sugli scali Manzoni e in via Crimea (lettera K) : al vaglio anche il cambio di viabilità in via della Maddalena

Se c'è una cosa per cui verrà ricordata l'amministrazione guidata dal sindaco Filippo Nogarin, sicuramente sono gli stalli blu. A Livorno la revisione del sistema di parcheggi voluta dalla giunta pentastellata ha suscitato il malumore della stragrande maggioranza di residenti e commercianti in diverse zone della città, soprattutto in centro. Le denunce di perdite di posti auto, difficoltà nel parcheggiare il proprio mezzo soprattutto nelle ore serali e viabilità rallentata si sprecano ormai da mesi. Proteste che, almeno per quanto riguarda alcune strade in Borgo, hanno indotto la giunta a rivedere il piano del traffico e il sistema di sosta regolato dalla lettera K.

Una decisione - la 111 del 19 marzo (vedi l'allegato, ndr) - necessaria dopo aver ascoltato le lamentele e le proposte dei residenti, riportate in giunta dall'assessore alla mobilità urbana Giuseppe Vece. Di fatto, una vera e propria retromarcia se la verifica richiesta agli uffici competenti dovesse trasformarsi in una revisione del progetto sancita da una delibera. Tra le ipotesi prese in considerazione, infatti, ci sarebbero il ripristino della sosta a lisca di pesce sugli scali Manzoni nel tratto compreso tra gli scali Cialdini e piazza Manin, lo spostamento della sosta lato numerazione pari della strada in via Crimea, l'istituzione a senso unico sull'intera strada di via della Maddalena e la modifica di quello in piazza Giovane Italia. Un ritorno al passato per porre rimedio a una situazione caotica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalli blu in Borgo, la giunta pronta alla retromarcia: parcheggi a lisca di pesce

LivornoToday è in caricamento