rotate-mobile

Terremoto a Terni, Stefano Bandecchi si dimette da sindaco: "Così non si corre il rischio di avere una dittatura..." | VIDEO

L'annuncio attraverso un post su instagram: "Grazie a tutti quelli che mi hanno votato. Continuerò ad essere il segretario di Alternativa popolare"

Stefano Bandecchi non sarà più il sindaco di Terni. Il 62enne imprenditore livornese ha annunciato infatti le proprie dimissioni ad appena otto mesi dall'elezione con la lista Alternativa Popolare di cui è segretario nazionale. Una comunicazione diretta, attraverso un video Instagram, per evitare ai cittadini umbri di "leggere i giornali che chissà quali stupidaggini potranno dire". "Ho comunicato pochi minuti fa alla giunta e a tutti i consiglieri le dimissioni dalla carica di sindaco - ha detto -. I motivi sono di carattere politico. Continuo ad essere il segretario di Alternativa popolare ma non farò da qui a venti giorni il sindaco. Così non correremo il rischio di avere una dittatura bandecchiana".

Queste, come si legge su TerniToday, le poche, stringate parole del messaggio, nel quale l'ormai ex primo cittadino ringraziai suoi sostenitori. Si apre ora una fase completamente nuova per la vita politica e amministrativa di Terni. Da capire infatti anche quali siano le "motivazioni politiche" che hanno portato Bandecchi, più volte al centro di scontri e polemiche di ogni tipo e sempre più personaggio anche televisivo, a questa decisione.

Video popolari

Terremoto a Terni, Stefano Bandecchi si dimette da sindaco: "Così non si corre il rischio di avere una dittatura..." | VIDEO

LivornoToday è in caricamento