rotate-mobile
social

Befana, la vera storia secondo la tradizione

La ricorrenza, secondo una leggenda, è strettamente connessa con il viaggio dei Re Magi verso Betlemme

Il 6 gennaio, giorno dell'Epifania, si festeggia la Befana, rappresentata tradizionalmente come una signora anziana con il naso lungo e il mento aguzzo che viaggia di notte sospesa nel cielo a bordo della sua inseparabile scopa. Una festa particolarmente amata dai bambini, che, in questo giorno, ricevono in dono proprio dalla Befana una calza ricca di caramelle, cioccolatini, dolci e regali. Ma da dove trae origine questa ricorrenza? Andiamo a scoprirlo.

Befana, le origini della ricorrenza

La storia della Befana, secondo la tradizione cristiana, è strettamente connessa a quella dei Re Magi. Si narra infatti che Baldassare, Gasparre e Melchiorre, durante il loro lungo viaggio per raggiungere Gesù Bambino a Betlemme, si fermarono a chiedere informazioni ad un'anziana signora per ricevere indicazioni sulla strada da seguire. I Re Magi, una volte avute le indicazioni, invitarono la donna ad unirsi a loro, ma lei rifiutò. Quando i tre se ne andarono, però, l'anziana si pentì della scelta: preparò quindi un sacco pieno di dolci e si mise alla loro ricerca, senza fortuna. La signora, allora, iniziò a bussare ad ogni porta che incontrava sulla sua strada, regalando dolcetti ad ogni bambino nella speranza che, uno di loro, fosse Gesù Bambino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Befana, la vera storia secondo la tradizione

LivornoToday è in caricamento