rotate-mobile
Calcio

Scandalo Tau-Figline, l'accusa dei vincitori per i gol 'regalati' dagli avversari: "Hanno smesso di giocare"

Dopo i tre gol segnati dal 90' in poi, la società lucchese prende le distanze da quanto accaduto: "Comportamenti fuori dalla nostra cultura sportiva, valuteremo come tutelarci"

Una vera e propria farsa, per non dire uno scandalo. Non ci sono altre parole per descrivere quanto successo nei minuti finali del match, valevole per la poule promozione di Eccellenza, tra Tau e Figline, vinto dagli amaranto per 5-1 con tre gol segnati dal 90' in poi. Tre reti che niente avrebbero a che vedere con il Subbuteo, figuriamoci con il calcio, realizzate grazie ad avversari immobili che "hanno smesso di giocare".

Tau-Figline, la conferenza stampa del presidente del Livorno. Video

A sottolinearlo, con un comunicato che ha quasi del surreale, è la stessa società lucchese: un teatrino indegno dal quale lo stesso Tau ha voluto prendere le distanze. "Le logiche e i comportamenti adottati dal Figline sono sono fuori dalla nostra cultura sportiva - si legge nel comunicato della società -. Noi abbiamo onorato la nostra maglia e il gioco del calcio, conquistando meritatamente la vittoria nei 90 minuti di gioco". 

E poi il duro affondo: "Siamo spiacenti del comportamento dei nostri avversari che, sul 3-1, hanno deciso di smettere di giocare fornendo un brutto spettacolo a tutti i tifosi accorsi sugli spalti dello stadio di Altopascio. Ci dispiace molto che fra questi ci fossero anche i ragazzi delle nostre scuole calcio che oggi hanno avuto un esempio di ciò che il calcio non deve essere".

Insomma, una scandalo destinato a non finire dopo il triplice fischio dell'arbitro, considerato che, al di là di eventuali esposti presentati dal Livorno - società evidentemente danneggiata dal risultato finale - lo stesso Tau potrebbe intraprendere azioni legali anche soltanto per tutelare la propria immagine: "Forse siamo stati ingenui - conclude il Tau -, ma abbiamo continuato ad onorare il campo e giocando senza fare calcoli. Le immagini degli ultimi dieci minuti sono chiare e pertanto la società sta valutando, assieme ai propri avvocati, le azioni da intraprendere per tutelare la propria immagine nonché quella di tutto il movimento. Lo sport vince sempre e siamo sicuri che anche stavolta sarà così". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo Tau-Figline, l'accusa dei vincitori per i gol 'regalati' dagli avversari: "Hanno smesso di giocare"

LivornoToday è in caricamento