Palio Marinaro, dal museo alla cantina per le ragazze: tutte le novità

Riportato alla luce anche il vecchio gozzo "Camici" dell'Ovosodo. Quercioli: "Il Palio 2020 potrebbe essere fatto al mattino"

La riappropriazione della cantina dell'Antignano sugli scali d'Azeglio, il museo, lo storico gozzo dell'Ovosodo che ritorna alla luce, una cantina dedicata alle ragazze per gli allenamenti e la possibilità di disputare al mattino il Palio Marinaro 2020. Quella del 3 luglio è stata una giornata speciale per tutto il mondo remiero: il presidente del comitato organizzatore palio marinaro, Maurizio Quercioli, e il sindaco, Luca Salvetti, hanno illustrato le novità a pochi giorni dalla conclusione della stagione agonistica che ha visto il Venezia conquistare il trittico. 

Palio: trittico e successo per il Venezia

Un museo del Palio e il ritorno del gozzo Camici 

L'ex cantina dell'Antignano, adiacente alla sede del comitato e che per una vita è stata gestita da una figura storica come Bruno Mengheri, era tornata al demanio dopo la sospensione dell'attività. "Doveva essere commercializzata – spiega Maurizio Quercioli –, ma il demanio ha dimostrato una forte sensibilità, privilegiandone lo sviluppo turistico-culturale e permettendo che fossero sanate le pendenze. Diventerà la sede operativa e il magazzino del Palio, poi creeremo il polo museale delle gare remiere, che nascerà invece qui accanto nell'attuale dimora del comitato. È impensabile che la città ne sia sprovvisto". Il sindaco Salvetti invece ha parlato dello storico gozzo dell'Ovosodo che è ritornato alla luce: "Il gozzo Camici fa parte della storia di questo mondo. Voglio ringraziare la sezione nautica del Benci, sicuramente verrà messo dentro al nuovo museo del Palio". 

Una cantina dedicata alle ragazze per gli allenamenti

Nell'ultima stagione remiera, le sezioni nautiche di Ovosodo e San Jacopo sono state le uniche che hanno schierato anche le gozzette femminili. Per cercare di aumentare la competizione e invogliarele ragazze a prendere parte alle competizioni, ecco un cambiamento: "Molte sezioni nautiche lamentano il fatto di non avere degli spazi sufficienti per poter far allenare le ragazze -spiega Quercioli -. Metteremo a disposizione la cantina del Colline in modo che ne possano usufruire le cantine che vorranno allestire un equipaggio femminile. La mia speranza è vedere dal prossimo anno almeno quattro gozzette in gara": 

Palio 2020, possibilità di cambio orario

Le novità potrebbero non essere finite qui. Durante l'ultima edizione del Palio, come spesso in passato, molti si sono lamentati del gran caldo. Quercioli ha provato a porre rimedio anche a questo: "Si potrebbe anche gareggiare di mattina, purché ci sia un motivo per cui la gente rimanga durante la giornata alla Terrazza Mascagni. Una soluzione potrebbe essere creare un villaggio del Palio, effettuare le premiazioni la sera stessa della competizione e magari chiudere la giornata con i fuochi di artificio". 

Potrebbe interessarti

  • Ferragosto e la battaglia dei gavettoni: tra divertimento e...risse

  • Ferragosto, i luoghi più amati dai livornesi per la tradizionale "spiaggiata"

  • Come combattere il caldo in macchina: trucchi e consigli

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Chiuso ristorante al Calambrone: scarse condizioni igieniche e pesce non tracciato: multato il proprietario

  • Anziano picchiato, spogliato e rapinato: 88enne in ospedale, si cercano due persone

  • Festa de l'Unità, in programma alla Rotonda c'è Maria Elena Boschi

  • Omicidio Gavorrano, arrestata una donna di Suvereto: sarebbe la complice del presunto killer

  • Speciale weekend, cosa fare a Livorno dal 16 al 18 agosto

  • Via Garibaldi, picchia e accoltella l'ex compagna: 41enne arrestato

Torna su
LivornoToday è in caricamento