Livorno, Spinelli: "Orgoglioso della prova contro l'Entella, ci salveremo. Mercato? Non accettiamo gli scarti"

Il presidente amaranto, contattato da Telecentro2, si mostra ancora fiducioso per la salvezza: "Ce la possiamo fare, sabato abbiamo visto un gioco spettacolare"

(Aldo Spinelli, screenshot immagini Dazn)

Un pareggio beffa, quello da cui è reduce il Livorno. Il folle 4-4 contro l'Entella, soprattutto per il modo in cui è arrivato, rischia di affossare definitivamente il morale di una squadra già alle prese con mille difficoltà, inchiodata all'ultimo posto della classifica a -9 dai playout e -10 dalla salvezza diretta. Una situazione disperata, che però non ha fatto perdere l'ottimismo al presidente Aldo Spinelli, il quale, intervenuto durante la trasmissione Centrocampo andata in onda su Telecentro2 nella serata di domenica 19 gennaio, si è anzi mostrato rinfrancato per la prestazione messa insieme dai ragazzi di Tramezzani contro i biancazzurri liguri.

Spinelli: "Orgoglioso della squadra, ci salveremo"

"Finalmente abbiamo visto una squadra vera - ha detto il presidente -, sono orgoglioso della prova della squadra, abbiamo visto un gioco spettacolare. Purtroppo, come spesso accade, abbiamo avuto un calo nei venti minuti finali: la preparazione fatta in estate è stata troppo leggera, al contrario di quella della scorsa stagione di Lucarelli. Occorreva inserire un difensore e lasciare le due punte, senza mettere Raicevic, che in venti minuti non riesce neanche a scaldarsi. Peccato, è stato rovinato un capolavoro dei miei ragazzi. Sono comunque soddisfatto della prestazione e della squadra messa in campo da Tramezzani. Io e mio figlio - ha affermato - siamo convinti che ci salveremo: se giochiamo come sabato, ce la possiamo fare".

spinelli 4-3 primo piano-2

(Aldo Spinelli dopo il momentaneo gol del 4-3 in Livorno-Virtus Entella - screenshot Dazn)

"Mercato? Non vogliamo gli scarti delle altre squadre di B"

Il presidente si è poi soffermato sul mercato, sul quale gli amaranto, se vogliono sperare in una difficile permanenza in Serie B, saranno costretti ad intervenire in questi giorni: "Non accettiamo di prendere giocatori inferiori ai nostri, vogliamo solamente gente capace di alzare la qualità della rosa. Abbiamo quattro persone che stanno lavorando sul mercato, sia straniero che italiano. Interverremo su tutti i reparti, ma non vogliamo gli scarti delle altre squadre di B".

Vendita della società, il presidente: "Aspettiamo Ciuffarella, a Livorno serve uno stadio nuovo"

La chiusura, invece, è sulle vicende societarie: "Aspettiamo con piacere Ciuffarella, può venire con le quote che preferisce: una persona interessata alla costruzione di un nuovo stadio l'attendo da vent'anni. Nel 2020 Livorno non può avere un impianto in quelle condizioni. Ringrazio anche il sindaco, che, a differenza dei suoi predecessori che hanno fatto promesse senza mai realizzare niente, si è preso a cuore la questione. Uno stadio nuovo è indispensabile per il futuro dei tifosi e dei giocatori del Livorno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Messico, livornese muore a 33 anni folgorato da una scarica elettrica mentre pesca

  • Venturina, cade dalle scale di casa e precipita per oltre tre metri: grave 45enne

  • Interporto Guasticce, gravissimo operaio 23enne schiacciato da una cassa pesante quattro quintali

  • Palazzo Grande, nei fondi dell'ex bar Dolly arriva il Surfer Joe: apertura ad aprile

  • Badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione fiscale di 300mila euro

  • Non vuole pagare l'affitto e aggredisce la proprietaria dell'appartamento: interviene la polizia

Torna su
LivornoToday è in caricamento