Nuovo ospedale di Livorno, cambia il progetto: le critiche di Forza Italia e Cinquestelle

Continua a far discutere lo studio di un ulteriore piano per il presidio ospedaliero livornese. FI: "Non ha senso firmare con una giunta a fine mandato"; M5s: "Salvare il Parterre, da Raspanti e Cepparello ci aspettiamo coerenza"

Continua a far discutere la concreta possibilità di rivedere il piano originario dell'ospedale cittadino, firmato lo scorso 12 dicembre da Regione Toscana, Comune di Livorno e Asl. Secondo una nuova ipotesi, infatti, il nosocomio dovrebbe nascere all'interno del Parco Pertini, tra via della Meridiana e viale Carducci, e prevede il riuso dell'area delle ex scuole e dei magazzini della ex Pirelli. Una scelta, dicono dall'amministrazione comunale, dettata dalla necessità di non allestire nell'immediato un cantiere all'interno di un ospedale attivo e in piena gestione Coronavirus, dal dimezzamento dei tempi di realizzazione e dalla possibilità di utilizzare minori risorse economiche recuperando vecchi padiglioni. L'ipotesi di rimettere mano al progetto, però, ha sollecitato la reazione delle opposizioni che hanno espresso non poche perplessità, a partire da Lega e Buongiorno Livorno per proseguire con Movimento 5 Stelle e Forza Italia, di cui ospitiamo integralmente gli interventi. 

Nuovo ospedale, cambia il progetto. Buongiorno Livorno e Lega: "Se ne discuta in aula"

M5s: "No alla devastazione del Parterre, da Raspanti e Cepparello ci aspettiamo coerenza"

Questa la posizione emersa dal meet up M5s:

"Alcune delle doti che riteniamo più importanti nella politica e in coloro che hanno la responsabilità di governare sono l'affidabilità e la coerenza. Ad esse quindi facciamo appello riflettendo ancora una volta su una questione che ci preoccupa molto e di cui abbiamo già iniziato a parlare, cioè il progetto del nuovo ospedale, soprattutto per ciò che riguarda la possibile devastazione di quello che i livornesi conoscono come Parterre il quale, oltre ad essere l'unico polmone verde del centro, è una istituzione storica cittadina, che questo progetto minaccia di distruggere completamente cambiando così la morfologia e il valore paesaggistico del territorio.

stella sorgente (1)-2Ma ecco che ci arrivano in soccorso le doti di cui parlavamo sopra e su cui siamo sicuri di poter fare affidamento in relazione ad alcuni membri di spicco dell'attuale amministrazione. Ci riferiamo infatti alla mozione presentata il 04/02/2019 dagli allora consiglieri (ed ora assessori) Giovanna Cepparello e Andrea Raspanti sul futuro ospedale in relazione al nuovo accordo di programma intercorso tra la precedente amministrazione e la Regione Toscana. In questo atto, parlando della riqualificazione dell'ospedale di Viale Alfieri, si faceva esplicito riferimento a 'circoscrivere l'area di intervento per il nuovo Ospedale esclusivamente all'interno del perimetro dell'attuale presidio ospedaliero con la sola aggiunta del sedime occupato dai volumi della Ex Pirelli'. Questa mozione vide tra i votanti a favore, oltre ovviamente ai proponenti ex consiglieri Cepparello e Raspanti, anche l'ex consigliere ed ora presidente del consiglio comunale Pietro Caruso. Ci sembra molto chiara quindi la volontà da parte loro di costruire il nuovo ospedale entro l'area prevista dal progetto della precedente giunta senza stravolgere e devastare l'area esterna e soprattutto il sopra citato parco.

Ricordando inoltre la grande sensibilità dell'assessora Cepparello in materia di ambiente e verde urbano, ricordiamo una commissione consiliare da lei voluta come consigliera nel febbraio 2016 in cui si fece paladina e portavoce di un comitato per la tutela del verde cittadino e in cui si oppose alla potatura delle siepi e degli alberi sul Viale Italia e sul Viale di Antignano. Adesso, visto che si parla di azioni ben più impattanti della potatura dei pitosfori, cioè della devastazione di decine e decine di alberi, siamo certi anche noi di poter contare sulla sua comprensione e capacità di ascolto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Siamo sicuri che gli assessori Raspanti e Cepparello e il presidente Caruso dimostreranno la loro affidabilità e coerenza, tenendo fede all'impegno preso con il loro voto favorevole alla mozione di cui sopra. A loro ci rivolgiamo per la salvezza del nostro Parterre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stabilimenti balneari, le tariffe 2020: quanto costa l'estate "sui bagni" tra abbonamenti, ombrelloni, lettini e cabine

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

  • Bagni Fiume, apertura il 20 giugno con ingressi giornalieri: "I vecchi abbonati possono riconfermare cabina e ombrellone per il 2021"

  • Fase 2 Toscana, mascherine gratuite: dal 5 giugno saranno distribuite nelle edicole

  • Travolta da un'auto sul viale Italia, muore a 74 anni in ospedale

  • Trovato morto all'interno di una tenda sulla spiaggia del Metamare: il corpo sarebbe di un 50enne livornese

Torna su
LivornoToday è in caricamento